Una croce di colore rosso tracciata su alcuni ulivi infettati dalla 'Xylella fastidiosa', il batterio che sta decimando gli ulivi del Salento, Brindisi, 24 marzo 2015. ANSA/ MAX FRIGIONE

“A seguito della declaratoria di calamità, i produttori delle aree danneggiate da Xylella fastidiosa possono richiedere ulteriori indennizzi per la perdita di produzione olivicola nelle annualità 2018 e 2019.

Una buona notizia che si aggiunge a quella dell’erogazione in favore dei Comuni del territorio danneggiato di 68 milioni di euro per compensare i danni delle annualità 2016 e 2017.

Segnali concreti a sostegno del mondo dell’agricoltura colpito da questi eventi“.

È quanto comunicano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore all’Agricoltura Donato Pentassuglia.

Gli aiuti saranno concessi come contributi in conto capitale fino all’80 per cento del danno accertato.

Si precisa, comunque, che ciascuna azienda può beneficiare dell’aiuto per un periodo non superiore a tre annualità.

L’istruttoria e la successiva erogazione degli aiuti sarà curata da ARIF Puglia, sul cui sito, www.arifpuglia.it, è possibile prendere visione degli avvisi pubblici di riferimento.

Come presentare la domanda

Le domande devono essere compilate, stampate e rilasciate utilizzando le funzionalità disponibili nel portale regionale EIP all’indirizzo www.pma.regione.puglia.it direttamente dal richiedente o, in alternativa, con l’assistenza di un libero professionista o di un Centro di Assistenza Agricola opportunamente accreditati.

Per la presentazione delle domande di aiuto il portale regionale EIP sarà operativo dal 16.12.2020, sino alle ore 12,00 del 13.01.2021.