Ci sono tre stabilimenti da salvare urgentemente, Termini Imerese, l’Ilva di Taranto e l’Ast di Terni; sono le tre T di cui bisogna subito occuparsi insieme“. E’ quanto avrebbe dichiarato il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della riunione con i sindacati che si è svolta stamattina a palazzo Chigi.

Lo stabilimento tarantino attende ancora un futuro certo, dopo la concessione della prima tranche del prestito ponte che dovrebbe concedere una boccata d’ossigeno a dipendenti e fornitori, oramai stremati dalla perdurante crisi di liquidità dell’ILVA.