Nell’ambito della operazione “Cars and horses” della Guardia di finanza jonica, arrivate a conclusione le indagini riguardanti violazioni al “Codice Antimafia”, nei confronti di un uomo di origini campane con dimora abituale a Grottaglie.

Nei confronti dell’indagato la 1^ Sezione Penale del Tribunale di Taranto ha disposto la confisca di 101 autoveicoli, il patrimonio aziendale di una scuderia con sede a Gragnano (NA), comprensiva di 19 cavalli da corsa, i quali sono stati impiegati in corse ippiche ufficiali nazionali, 2 complessi aziendali costituiti da una società a responsabilità limitata e da una ditta individuale, quest’ultima anche con filiale a Grottaglie, entrambe esercenti il commercio di autoveicoli, rispettivamente con sedi amministrative a Monfalcone (GO) e Gragnano (NA), un appartamento e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa 2 milioni di euro.

L’attività investigativa del Nucleo di Polizia Tributaria ha effettuato accertamenti sulla posizione reddituale e patrimoniale, ai sensi del “Codice Antimafia”, nei confronti del titolare dei beni sequestrati e del suo nucleo familiare, da cui è emerso che l’indagato è stato oggetto di diverse condanne definitive per il reato di traffico di sostanze stupefacenti, oltre ad altri diversi precedenti di polizia.

L’Autorità Giudiziaria ha pertanto disposto anche l’applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di dimora a Grottaglie per la durata di due anni.