Come si faceva quando non c’era lo shampoo?

Ci sono tanti metodi per detergere la cute in maniera naturale, senza danneggiare cuoio capelluto e capelli. Tuorlo d’uovo e rucola sono otttimi detergenti. Con due tuorli, il succo di mezzo limone e alcune gocce di rhum o acquavite mescolati insieme, si possono massaggiare capelli e cuoio capelluto. Risciacquare dopo aver lasciato agire per 30 minuti per la testa avvolta in un asciugamano. Un altro detergente si ottiene mescolando un infuso molto concentrato di rucola con un cucchiaio di bicarbonato. Per avere capelli lucenti, aggiungere il succo di mezzo limone oppure un cucchiaio di aceto all’acqua dell’ultimo risciacquo. Camomilla e the nero servono invece per schiarire o scurire la capigliatura. I principi attivi della camomilla conferiscono ai capelli un riflesso dorato schiarendone la tonalità, il the nero rende più deciso un bel tono di castano e aggiunge riflessi rossi. Provate una maschera naturale per i capelli secchi: in un recipiente versate 4 cucchiai di yogurt, 3 cucchiaini di miele, 2 cucchiai di olio. Con un cucchiaino mescolare il tutto; procedete applicando la maschera su cute e lunghezze dei capelli. Lasciate in posa per 30 minuti coprendo con della pellicola da cucina o una cuffia per la doccia, poi procedete allo shampoo. Per i capelli grassi invece il limone è tra i più efficaci rimedi naturali. Per realizzare una maschera con il succo di questo agrume, è necessario schiacciare due limoni e utilizzare la premuta direttamente sul cuoio capelluto, insieme ad un po’ di farina. Massaggiate delicatamente per alcuni minuti prima di risciacquare.