L’alitosi è uno dei problemi più fastidiosi e più diffusi al mondo.

Tutti, almeno una volta, hanno avuto a che fare con un alito non “a prova di bacio” e la metà della popolazione mondiale ne soffre. Sorvolando sull’alitosi dovuta al consumo di aglio e cipolla, o a quella causata da varie patologie, il problema spesso dipende dalla proliferazione in bocca di particolari ceppi di batteri dovuta a una cattiva igiene orale. Consumare quotidianamente un vasetto di yogurt naturale, al quale però non bisogna aggiungere zucchero, frutta o sciroppo, può essere un aiuto provvidenziale…anche se non immediato. Servono almeno sei settimane di consumo costante affinché i batteri responsabili dell’alitosi vengano neutralizzati dai fermenti lattici vivi presenti in grandi quantità nello yogurt. Risultati più immediati si ottengono con gargarismi effettuati con infuso di salvia, lavanda e menta o a base di basilico o origano (2 cucchiaini nell’acqua di una tazza da thè). Anche il bicarbonato, nella misura di un cucchiaino in un bicchiere di acqua tiepida è un rimedio molto valido contro l’alitosi. Utile anche masticare semi di anice, finocchio, chiodi di garofano, prezzemolo fresco o strofinare sui denti una foglia di salvia.