Le spese relative alle bollette domestiche rappresentano una delle maggiori voci di costo in uscita dai budget mensili delle famiglie italiane e con la media di spesa più alta in Europa. Questo significa che, se c’è un punto da limare per incamerare qualche soldo in più, quella è esattamente la bolletta energetica, o comunque il totale delle forniture che dobbiamo pagare mensilmente. Ecco perché oggi cercheremo di capire come risparmiare sulle bollette di luce, acqua e Internet con 6 mosse strategiche, provando a trasformare la nostra casa in una vera e propria trincea anti-spreco.

  1. Il WC non è la spazzatura

Non sono poche le persone che utilizzano il gabinetto come cestino della spazzatura, buttandoci di tutto, dalle cartacce fino ad arrivare ad altri prodotti d’igiene intima molto ingombranti oltre che difficili da gestire per l’ambiente. E ad ogni tirata di sciacquone, sono soldi che se ne vanno, dato che lo spreco di acqua non danneggia solo il pianeta ma anche la vostra bolletta.

  1. Lavastoviglie o ciotola per i piatti?

La lavastoviglie è un’amica di cui non sempre potete fidarvi ad occhi chiusi perché, se la chiamerete spesso in causa, il costo della bolletta si alzerà inevitabilmente. Ricordatevi dunque di utilizzarla massimo una volta al giorno, sempre a pieno carico, e possibilmente con un programma di lavaggio eco. Oppure in alternativa potreste utilizzare una ciotola in plastica, riempirla di acqua, aggiungere il vostro detergente per i piatti e lasciare tutte le stoviglie in immersione.

  1. Risparmiare su Internet con il confronto tariffe

Internet è indispensabile, ma non è indispensabile pagare centinaia di euro per la connessione. E voi potrete risparmiare sulla bolletta confrontando le diverse offerte degli operatori e scegliendo quella che più si adatta alle vostre abitudini di navigazione. A tal proposito, per fare un esempio concreto, l’operatore Linkem propone varie tariffe Internet, incluse una serie di offerte tagliate su misura per i giovani o progettate per garantire alle aziende una connessione top di gamma.

  1. Tappare il camino inutilizzato

Molti si preoccupano di installare infissi termo-protettivi e poi si scordano di tappare quel camino che non usano da anni, e che procura una perdita di calore enorme e dunque un dispendio in termini energetici del riscaldamento molto elevato. Oggi non è affatto difficile trovare in commercio un dispositivo (detto Balloon o Sheep) utile per tappare il camino.

  1. Spegnere sempre le luci

Tenere le luci spente è uno dei principali diktat del vero risparmiatore casalingo. Questo non significa che dovrete vivere al buio ma spegnere sempre le luci quando uscite dall’abitazione, o quando non vi servono. E cercate anche di utilizzare lampadine a risparmio energetico come i LED.

  1. Fare attenzione alla classe energetica

L’ultimo consiglio per risparmiare sulla luce riguarda gli elettrodomestici, e la loro classe energetica. Prima di acquistarne uno nuovo, accertatevi che la suddetta classe sia alta ed eco-sostenibile, perché solo così sarete in grado di abbattere ulteriormente i consumi in bolletta.