Nella serata di ieri, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato, per il furto di un’autovettura, un 34enne pregiudicato tarantino.

Nel corso del pomeriggio, infatti, nell’ambito dei controlli predisposti per la stagione estiva dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, i militari erano impegnati di pattuglia nel centro cittadino proprio per garantire e prevenire reati contro il patrimonio. Vero le ore 15 giungeva, Centrale Operativa una segnalazione relativa a strani “armeggiamenti” nei pressi di una civile abitazione da parte di un individuo non meglio indicato. Immediatamente, temendo che si trattasse di un topo d’appartamento che sfruttava una città pressoché deserta per i suoi scopi illeciti, la pattuglia si portava sul posto e, ivi giunta, notava effettivamente un uomo che, alla loro vista, saliva a bordo di un’utilitaria. Pur intimandogli l’“Alt”, l’uomo non ottemperava all’ordine e per questo ne scaturiva un breve inseguimento. Fermato e condotto in caserma per gli accertamenti di rito, si scopriva che l’autovettura, una fiat Uno, era oggetto di furto e presentava segni di forzatura al blocchetto di accensione. La successiva perquisizione permetteva, chiudendo così il quadro accusatorio a suo carico, di rinvenire uno “spadino” che evidentemente era stato usato pochi istanti prima per il furto.

Terminate le formalità di rito, l’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G.. Il veicolo, invece, è stato restituito al legittimo proprietario.