I Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, nelle campagne di Grottaglie, due tarantini accusati di aver rubato circa tre quintali di uva.

I militari, nell’ambito delle operazioni coordinate per la prevenzione e la repressione dei reati perpetrati in zone agricole, intercettavano una autovettura che alla vista dei carabinieri tentava di sottrarsi al controllo allontanandosi a forte velocità.

Scattato l’inseguimento, i Carabinieri bloccavano ed arrestavano i due uomini, sequestrando l’autovettura e gli arnesi da taglio rinvenuti a bordo e restituendo al legittimo proprietario l’ingente quantità d’uva oggetto del tentativo di furto.

Al termine delle formalità di rito, i due tarantini sono stati collocati agli arresti domiciliari e per loro è scattato anche il divieto di ritorno nel territorio di Grottaglie.