foto Social Proloco Grottaglie

In questo periodo di incertezze legate all’emergenza sanitaria in corso ma anche di ripartenza alla luce della riaperture che stanno caratterizzando le ultime ore, giungono notizie positive dall’Osservatorio Regionale del Turismo di “Puglia Promozione” che attestano la bontà del lavoro svolto e spingono a guardare con fiducia ed ottimismo al futuro post emergenziale.”

E’ quanto comunica Mario Bonfrate, assessore al turismo e marketing territoriale. “Grottaglie nella stagione 2019 ha registrato un incremento di presenze del 69% e di arrivi del 65% rispetto alla stagione 2018. I dati sono stati trasmessi alla Regione dalle strutture ricettive della città e dall’Info Point Turistico che grazie ai due progetti di potenziamento ottenuti nell’annualità 2019 è riuscito a garantire un servizio di registrazione delle provenienze più esteso e puntuale. Tale risultato è anche frutto della volontà dell’Amministrazione di lavorare con tutte le realtà imprenditoriali ed associazionistiche della città al fine di garantire un’offerta ampia e variegata.”

In vista del ritorno alla normalità, degli spostamenti tra regioni e tra stati stranieri, sarà necessario riprendere e portare avanti in maniera sempre più incisiva le progettualità e le azioni già in essere che sono state fermate a causa della pandemia. – prosegue l’Assessore – Sarà necessario mettere in campo azioni straordinarie ed accelerare processi che l’Amministrazione stava già vagliando, tesi al rilancio di tutta la filiera coinvolta nel settore turistico, compresa quella legata all’artigianato ceramico, alla ristorazione ed ai servizi più in generale.”

“L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di ripartire tutti insieme e di raggiungere nel più breve tempo possibile i risultati che ci ha consegnato la stagione 2019 per provare a superarli nel medio termine. Siamo consapevoli che sarà necessario raddoppiare le energie messe in campo, favorire processi di sviluppo sempre più snelli e concentrarsi su progetti che portino risultati nell’immediato ma anche in un futuro prossimo. Il lavoro sarà necessariamente corale e non particolarmente agevole ma siamo tutti chiamati a superare questo scoglio ed a trasformare questo periodo in un’occasione di sviluppo per l’intera comunità.” conclude la nota.