festa di San Giuseppe Foto Proloco Marciana Maurizio Greco

In occasione dei festeggiamenti in onore al Santo Patrono, la Pro Loco Marciana inaugura lunedì 17 marzo alle ore 19:30 a A San Marzano una mostra fotografica sulla festa di San Giuseppe. L’evento. dal titolo “Tradizioni di ieri e di oggi”, si terrà presso l’ ex Municipio.

L’ autore degli scatti è il giovane fotografo Maurizio Greco, nato a Taranto nel 1979 e cresciuto nel quartiere Paolo VI dove, insieme ad alcuni amici, scopre la grande passione per la musica e nel frattempo si diverte ad immortalare come ricordi, i momenti più importanti della sua vita, attraverso l’uso di una piccola macchina fotografica, compatta ed a pellicola, regalatagli dal fratello.
Cresce in lui la curiosità per la fotografia e decide così di frequentare nel 2011 un corso organizzato dal Circolo fotografico “il Castello” nella sede della Biblioteca Civica di Statte.

Nel 2012 si iscrive al Circolo fotografico “Controluce” di Statte. La curiosità diventa passione e Maurizio Greco in questi pochi anni partecipa a svariati workshop, seminari ed incontri importanti. Affronta nei suoi lavori tematiche diverse: dalla fotografia naturalistica a quella paesaggistica, subacquea e da palcoscenico (teatro e concerti musicali). Decide di approfondire la fotografia di reportage e l’ occasione gli viene offerta dal desiderio di recuperare attraverso i suoi scatti la nostalgia delle sue origini.

Il padre di Maurizio è un Arberesh di San Marzano di S. G. e così Maurizio decide di realizzare nel 2013 un reportage sulla festa patronale del 18 e 19 Marzo in onore di S. Giuseppe.

I numerosi scatti, una quarantina di foto realizzate in diverse giornate, compongono un racconto straordinario dei riti devozionali e della tradizione della festa, i cui protagonisti sono i panetti, le tavolate e le mattre, la processione della legna con i cavalli, il grande falò ( zjarre e mate) e la processione del Santo . Attraverso i suoi scatti si potrà osservare da punti di vista privilegiati e differenti, lo spirito devozionale dei festeggiamenti, che ancora oggi, in questa piccola comunità, si esprime con estrema intensità.