«In Grottaglie tra le vie Togliatti, Grieco, Cantore e Perduno, è presente un suolo di proprietà privata. Negli anni scorsi, ai proprietari sono state notificate diverse ordinanze aventi per oggetto la recinzione del soprarichiamato suolo. A tutt’oggi, nonostante le soprarichiamate ordinanze, i proprietari non hanno provveduto ad effettuare alcuna recinzione.» Lo scrive in una interpellanza rivolta al Presidente del Consiglio Comunale di Grottaglie Michele Santoro, capogruppo di “Grottaglie Prima di Tutto”.

«Attualmente, scrive Michele Santoro, il suolo presenta erbacce e rifiuti di ogni genere ed inoltre in esso vi è la presenza di un rudere del quale nelle ordinanze veniva chiesto l’abbattimento. Vicino al suolo di cui sopra, ubicato di fronte al Commissariato di P.S., si trova anche il Mercato Coperto ove viene effettuata la vendita giornaliera di prodotti alimentari. lnoltre, nel suolo in questione, non essendo stato recintato, vi è la presenza di animali che rappresentano un pericolo per i cittadini che si recano ad effettuare gli acquisti nonché per gli ambulanti che svolgono il loro lavoro.

Dato che tutte le richieste formulate nelle ordinanze sono rimaste inevase da parte dei proprietari del suolo, rivolgo formale interpellanza al Sig. Sindaco e/o Assessore, affinché lo stesso, riferisca in Consiglio Comunale i motivi che hanno impedito alla A.C. di mettere in esecuzione le ordinanze sindacali, richiedendo che siano realizzati d’ufficio gli interventi necessari alla bonifica dei suddetti luoghi ed addebitando i relativi costi ai proprietari rimasti inadempienti alle ordinanze sindacali.

lnfine – conclude Michele Santoro – si chiede se, contro i proprietari del suddetto suolo sono state promosse azioni civili o penali per il mancato rispetto delle suddette ordinanze