Il conto dei giorni per la fine della scuola è iniziato. Tutti fremono e non vedono l’ora di potersi ritenere “liberi” per l’estate imminente.

Le guerre, la crisi economica, le continue delusioni date dalla politica ci stanno stancando, ci rendono nervosi e vittime di una routine opprimente e snervante. Ognuno di noi deve fare un piccolo sforzo per cambiare. Tutti abbiamo forse bisogno di una cosa sola per ripartire…un sogno.
E il sogno, che sia debole o forte ha bisogno di essere realizzato e la sua forza può aiutarci a creare “la magia” dell’entusiasmo. Ecco che la Scuola può far rivivere e intessere in una Manifestazione tutte le aspettative e i desideri di successo che esulano dalla mediocrità e fanno volare in alto i desideri di tutti, grandi e piccoli! … Il Progetto “Gioca Sport” dell’anno scolastico 2014/15 dell’Istituto Comprensivo “F.G. Pignatelli” di Grottaglie, finanziato dall’Amministrazione Comunale della città, vede protagonista l’Associazione Sportiva “Nuova Pallacanestro Grottaglie” con la bravissima esperta Lucia Annicchiarico e la maestra Mimma De Leonardis referente scolastico del progetto.

Titolo della manifestazione: “SCUOLIMPIADI”, a cui vi hanno partecipato tutte le classi della scuola primaria S. Elia, i bambini di cinque anni delle scuole dell’infanzia La Sorte e Campitelli e un nutrito gruppo di alunni in rappresentanza della scuola media Pignatelli.
L’obiettivo e l’idea principale trasmessa nel Progetto è stato quello di sottolineare la crescita motoria e psicofisica dal bambino al ragazzo attraverso gli esercizi, dal più semplice per i più piccini, al più complesso via via in base all’età.

La splendida coreografia, pensata dall’infaticabile “Lucia” per la Manifestazione, nasce dall’illusione di far rivivere per un pomeriggio nella città di Grottaglie “Le Olimpiadi” e così l’iniziale accensione del tripode olimpico ha rappresentato l’apertura dei giochi, mentre la coreografia gioiosa e festosa conclusiva ha rappresentato la chiusura de giochi “Olimpici”.
Bellissima e di grande effetto l’intera Manifestazione svoltasi al Palazzetto dello Sport Campus Campitelli il 5 giugno 2015 che ha entusiasmato tantissimo gli astanti, tanto da rivivere completamente l’utopia del “sogno”. Il grande Pasolini spesso si chiedeva: “Qual è la vera vittoria? Quella che fa battere le mani o battere i cuori?”.
Bene, la Scuola, intesa come sapere e informazione, utile e fondamentale per la capacità di libero pensiero e acuto ragionamento, efficace difesa di sé stessi, del proprio lavoro, dei propri diritti, della propria libertà, della propria vita, deve dare le occasioni per non gettate la chiave del nostro “cassetto dei sogni”, bensì custodirla gelosamente, affinché non faccia mai morire la speranza di fare sempre di più e meglio.

Domani sogneremo altri traguardi, inventeremo altre sfide. Cercheremo altre vittorie che valgano a realizzare ciò che di buono, di forte, di vero c’è in noi, in tutti noi che abbiamo avuto questa ventura di intrecciare la nostra vita ad un sogno che si chiama Scuola.

Ciao a tutti o meglio arrivederci al prossimo anno!!!… Anche quest’anno è al termine senza che quasi ce ne siamo accorti, nonostante le mille avventure trascorse e vissute: tutte emozionanti e avvincenti ma delle quali ancora una volta ci rimarrà solo il ricordo…

(Si ringrazia la prof. Maria Cristina De Vita, autrice del presente articolo)