Abbiamo tante cose belle nella nostra Grottaglie, ed è davvero un peccato che a volte per incuria o semplice disattenzione le si lasci in uno stato di abbandono e degrado francamente desolante”. Comincia così la segnalazione del sig. Cosimo Annicchiarico che così prosegue nella sua email: “Posso capire che ci siano difficoltà economiche e burocratiche nel recuperare monumenti come l’ex Ospizio del Fullonese, le Gravine, i campetti sportivi di via Aldo Moro o l’edificio che doveva ospitare il tiro al piattello, posso immaginare che in alcuni casi valga il detto “lontano dagli occhi, lontano dal cuore” e che situazioni “periferiche” sfuggano alla attenzione di cittadini ed amministratori, ma in questo caso nessuna di queste pur labili giustificazioni è plausibile.

Mi riferisco – continua il sig. Cosimo Annicchiarico – allo stato pietoso in cui da diversi giorni versa la fontana in piazza principe di Piemonte. Un’acqua verdastra e limacciosa, in cui galleggiano lattine, cartacce e rifiuti, come potrete vedere dalle immagini che vi allego. Un pessimo biglietto da visita per i turisti che visitano il centro cittadino, un vero e proprio pugno nell’occhio per i tanti grottagliesi che – specie la sera – cercano un po’ di refrigerio nella piazza centrale della nostra città.

Verrebbe davvero da pensare che Grottaglie non è una città di fontane, visto anche lo stato di quella in piazza Verdi; ma se in quel caso gli interventi necessari immagino siano lunghi e costosi, nel caso della fontana di principe di Piemonte credo bastio solo un poco di attenzione e buona volontà.

Spero – conclude il sig. Cosimo Annicchiarico – che si provveda al più presto a pulire la fontana ed a restituire il decoro che a lei spetta e che noi cittadini meritiamo, augurandomi anche che ciascuno di noi faccia poi il possibile per tenerla nelle condizioni migliori possibili.”