Grottaglie, ore 8.18.
Alcune vie cittadine del nostro bel paesello si presentavano con cicche di sigarette e rifiuti vari lasciati per strada, escrementi di cane, buste dell’immondizia posate sull’uscio di casa invece che nei cassonetti.

Mettendo da parte l’indignazione personale per quanto ritrovato occorre però essere lucidi e obiettivi: queste immagini sono la testimonianza dell’incuria del cittadino nel duplice ruolo di residente e addetto alle pulizie stradali. Le cicche e rifiuti vari sono lì perché qualcuno le ha buttate per strada e non negli appositi contenitori, le buste dell’immondizia sono posate sui gradini perché non si utilizza il cassonetto ma si approfitta dell’operatore ecologico, le deiezioni dei cani sono lì per cattiva abitudine del suo proprietario (a meno che il cane non sia di quartiere ma dubito considerando le buste dell’immondizia intatte).

Non conosco gli orari e i giorni di lavoro degli operatori ecologici ma, avvalendomi di un mio diritto da cittadina che paga regolarmente le tasse, e adempiendo ad un dovere da residente che ama il paese in cui vive, ho fatto una segnalazione all’Ufficio Gestioni Dirette.

L’operatore ecologico è un lavoro rispettabilissimo e, in quanto tale, dovrebbe essere svolto nel migliore dei modi in quanto il suo operato è utile per il decoro dell’ambiente in cui si vive ma soprattutto (e da sempre), dove c’è pulizia c’è salute.