Capita molto spesso di lamentarsi delle troppe auto che trafficano sulle strade della nostra città. Si invocano piani urbani che regolamentino la viabilità, si cercano nuovi vigili e guardie municipali che possano dirigere le autovetture ma la vera soluzione è più facile di quello che si pensa.

Si chiama bicicletta ed è il mezzo di locomozione vincente per abbattere fortemente il traffico veicolare a motore. Bastano dieci biciclette per ridurre l’impatto ambientale di auto. Ed è proprio questo uno dei punti fondamentali su cui verte “Semplicemente Pedalando”, il progetto ambientalista promosso dall’Associazione Sherwood a Grottaglie con la partecipazione dell’Istituto di Istruzione Superiore  “Don Milani- Pertini”, dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale “A. Pacinotti”  e della  New Metal  service di Daniele De Giorgio.

Sensibilizzare quindi e incrementare l’uso della bicicletta a discapito di automobile e altri mezzi a motore, soprattutto tra gli studenti. Ma non solo. L’idea è dell’associazione Sherwood, vincitrice del bando “Facciamo Eco – Progetti speciali”– finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma Infea – Informazione, Formazione ed Educazione alla Sostenibilità 2013-2015″. Un progetto scritto a quattro mani da Carmen Valente e Maria Teresa Marangi. Le due progettiste si sono occupate della redazione, della presentazione e dell’attuazione dell’intero piano. Un progetto complesso ma vincente che ha permesso alla Sherwood di accedere ai fondi regionali.

Vogliamo aumentare l’efficienza nei sistemi di trasporto, ma soprattutto ottenere benefici ambientali e legati alla salute e alla forma fisica – spiegano i promotori, che sintetizzano così le attività di progetto: “È previsto l’acquisto di rastrelliere da posizionare nel comune di Grottaglie in punti strategici come scuole, uffici, banche, uffici postali, parrocchie, palestre , supermercati. Due saranno grandi e colorate, ognuna occuperà lo spazio di un’automobile e conterrà 10 biciclette, così da rendere ben visibile come il parcheggio di una sola macchina può soddisfare le esigenze di dieci ciclisti”, affermano dall’associazione, sempre molto presente sul territorio con iniziative di recupero di spazi archeologici e aree in stato di degrado. Intanto, è stata già avviata l’attività di coinvolgimento degli Istituti di istruzione superiore grazie anche a incontri volti a educare, sensibilizzare, incentivare e coinvolgere i ragazzi all’uso di un trasporto sostenibile. Saranno organizzati eventi per promuovere l’uso della bicicletta e informare sulle opportunità di riciclo delle lattine da destinare alla produzioni di bici ecologiche, anche grazie alla distribuzione di opuscoli informativi.

Importante la collaborazione e la partnership con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Grottaglie, il vicesindaco Maurizio Stefani ha seguito con interesse questo progetto e sposandone gli eco obiettivi e le finalità.

 “Abbiamo anche attivato un progetto con l’Istituto tecnico Pacinotti. Partner attivi sono sempre gli studenti. Alcune classi – continuano da Sherwood – stanno realizzando uno studio di fattibilità di una rastrelliera per bici, con una centralina alimentata da pannelli fotovoltaici. La finalità è quella di ricaricare le bici elettriche parcheggiate. A tal proposito è stato firmato con il Gal Colline Joniche un protocollo d’intesa: a breve sarà installata una stazione di ricarica.”