foto di repertorio

Quella ci apprestiamo a vivere non sarà una settimana qualunque.” Lo dichiara il presidente della Commissione Scuola e Cultura, il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Alfonso Pisicchio, commentando la presentazione nella Commissione regionale Antimafia della Settimana della Legalità.

Saranno sette giorni intensi – aggiunge Pisicchio, dall’odore buono perché profumeranno di legalità. Quella legalità che non va sbandierata solo a parole, ma che deve essere messa in campo ogni giorno con gesti concreti. Mantenendo la schiena dritta, non voltando la testa dall’altra parte e soprattutto non abbassando mai la guardia.

Come componente della commissione  apprezzo moltissimo le iniziative programmate negli istituti superiori pugliesi con la proiezione di un film toccante come “La mafia uccide solo d’estate”. Perché solo con la conoscenza, con lo studio e con la coscienza civica possiamo abbattere i muri dell’omertà e del malaffare. E i nostri ragazzi non devono dimenticare eroi come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che hanno perso la vita proprio per consegnare alle future generazioni una società più giusta, più equa e più libera. Libera dai tentacoli di quel mostro chiamato mafia.

Ma sarà una settimana particolarmente toccante – conclude Pisicchio – anche nel ricordo di Stefano Fumarulo. Un ragazzo straordinario e dall’immensa passione civica. Stefano ci ha lasciato un’eredità importante: portare avanti in Puglia i temi della legalità e della lotta a ogni forma di corruzione. E noi, per onorare la sua memoria, lo faremo partendo dalle scuole, dai nostri ragazzi”.