«ll Dipartimento Provinciale Taranto PD Telecomunicazioni e Digitalizzazione esprime fortissimo rammarico a seguito dell’ennesimo caso di sfruttamento del personale in un call center con sede nel Comune di Grottaglie, che stipulava contratti di prestazione occasionale promettendo invece formule contrattuali part-time più stabili.» Lo scrive in una nota il Dott. Daniele Cazzolla, Responsabile Provinciale del dipartimento PD Telecomunicazioni e Digitalizzazione.

Nel sottolineare – scrive Cazzolla – la vicinanza di questa struttura verso i lavoratori coinvolti, si DENUNCIA sia la totale illegalità sotto l’aspetto legislativo del comportamento tenuto dall’Azienda sia l’atto di speculazione nei confronti di chi cerca, in un lavoro precario, una possibilità di sopravvivenza!!!

Si invitano le Istituzioni locali e, in particolare, il Comune di Grottaglie, ad adoperarsi per fare chiarezza in merito all’accaduto e affinchè siano adottate tutte le misure indispensabili, non solo per bloccare l’agibilità del call center responsabile di tale illegalità, ma per far sì che tali episodi non si ripetano in un territorio che già soffre il precariato e che ha voglia di promuovere il lavoro virtuoso, a dispetto di realtà illegali.

Si ritiene, inoltre, – afferma Cazzolla – che sia necessario informare le aziende committenti con cui il call center ha stipulato gli accordi commerciali, affinché queste ultime possano prendere le dovute misure cautelari e nell’ottica di favorire le realtà lavorative che operano nel rispetto della legge