«L’impegno non può che farci piacere, ma ora alle parole seguano i fatti, ovvero la Giunta regionale si attivi concretamente per il Ministero dei Beni Culturali perché riveda il decreto che dispone il trasferimento della Sovrintendenza da Taranto a Lecce in un’ottica di accorpamento funzionale e di risparmio di risorse.» Lo dichiara Renato Reppini, Il consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti .

«Politiche della Cultura assurde – afferma Perrini – che non solo non danno più risorse a un settore strategico per la nostra regione, ma che addirittura tagliano istituzioni che sono non solo un presidio culturale, ma essenziali per una città che vuole trovare proprio attraverso la Cultura il suo riscatto.

Per questo mi unisco all’appello dei colleghi di Emiliano sindaco di Puglia e Movimento 5 Stelle perché la Giunta regionale si attivi presso il ministero per impedire non solo che avvenga il trasferimento, ma per il potenziamento della struttura attraverso il recupero del corso di laurea in Scienza dei beni culturali per il turismo – conclude Perrini – nonché la istituzione di una scuola di specializzazione in Archeologia a Taranto