Dopo un anno di indagini gli agenti della Squadra Mobile hanno sgominato una banda dedita allo spaccio di banconote false.

Sei le ordinanze di custodia cautelare eseguite. Due di queste nei confronti di una coppia di coniugi residenti a Napoli. L’operazione è nata dal ritrovamento nell’agosto del 2016, in casa di uno degli arrestati di oggi, di una busta con all’interno un pacco di banconote risultate poi false.

La somma di 8.850 euro, suddivisa in biglietti da 50 e da 100 euro, era avvolta in un volantino pubblicitario di un supermercato del napoletano.

Le indagini pertanto hanno portato gli inquirenti nel Napoletano ed hanno permesso di scoprire l’illecito traffico. La banda di spacciatori di banconote false ha operato in Calabria, Basilicata, Puglia e Campania, prendendo accuratamente di mira piccoli esercizi commerciali spesso privi dei dispositivi di controllo di banconote.

Oltre a questa illecita attività i poliziotti nel corso delle indagini hanno anche scoperto che il gruppo criminale era impegnato nello spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra i sequestri di stupefacente più significativi operati nel corso delle indagini, occorre ricordare quello dell’ottobre scorso di ben 46 panette di hashish, per un peso complessivo di kg 4,6.