«Spero che i parametri di riferimento per l’applicazione dell’imposta sui terreni agricoli non restino quelli che vediamo scritti oggi“. E’ il commento del senatore Dario Stefàno alla notizia dell’emanazione del decreto che prevede nuovi criteri per la determinazione dell’Imu sui terreni agricoli.

Questo decreto, che è già arrivato con grande ritardo, fissa dei criteri che a mio avviso sono basati su valutazioni non convincenti e rischiano di creare delle pericolose discriminazioni, prendendo a riferimento solo il parametro altimetrico”.

“Tempo fa – continua Dario Stefàno – avevo già espresso qualche preoccupazione rispetto a un quadro poco chiaro. Oggi ritengo ancora più necessario un sollecito intervento del Governo per ricondurre su un piano di maggiore equità la norma e per non vessare ulteriormente un settore già colpito duramente dalla crisi e dagli effetti del maltempo”.

“La sospensione – conclude Dario Stefàno – è il primo passo verso la ricerca di una positiva soluzione della vicenda, anche per veder rispettati i principi dello statuto del contribuente”.