attentato-Cina

Sono più di una trentina le vittime dell’attentato avvenuto in mattinata a Urumqi, capitale della regione musulmana del Xinjiang, nell’ovest della Cina. Due SUV sono piombati tra la folla presente al mercato cittadino mentre gli attentatori lanciavano bombe a mano tra la folla presente nel più grande mercato all’aperto della città;  uno dei veicoli è poi esploso. Le notizie sono al momento frammentarie e lacunose, e la dinamica degli eventi è al momento al vaglio delle autorità locali.

Il sito di informazioni Tianshan, controllato dal governo di Xinjiang, indica quasi un centinaio di feriti, le testimonianze presenti sui social network descrivono scenari apocalittici. Il presidente cinese Xi Jinping ha chiesto una risposta rapida e decisa a seguito dell’attentato, mentre il ministero della Pubblica sicurezza cinese ha riferito che “l’attacco terroristico è grave e le perdite umani ingenti