Lo dobbiamo ammettere, spesso sentire le interviste di alcuni candidati al consiglio regionale, soprattutto quelli della destra estrema di Fitto o altri estremisti legati al post- fascismo, ci fa rimanere simpaticamente spiazzati come quando Maradona spiazzava i portieri su calcio di rigore.” E’ quanto afferma in una nota la Segreteria di Sud in Movimento.

“Solo attacchi alla giunta D’Alò”

Pare che lo spot preferito di alcuni – afferma il direttivo del gruppo che sostiene la giunta D’Alò in via Martiri d’Ungheria – sia attaccare l’amministrazione, riservandoci sempre le solite offese che denotano una mancanza di contenuti rispetto a tante altre tematiche ad ampio raggio che si potrebbero trattare.

Forse dovrebbero dire alla città ,al di là del loro tornaconto personale,cosa vogliono fare i cittadini di GROTTAGLIE

Non vogliamo elencare tutto quello che dal 2016 in poi è stato fatto e tutti i finanziamenti che sono stati intercettati, per quello ci sarà tempo e lo faremo al momento giusto, piuttosto vorremmo capire, da parte di chi si dimena a costruire la propria “carriera” politica, quale sia la visione a livello provinciale rispetto alle tante questioni che pendono e che sono irrisolte da anni.

“Vogliamo sentire proposte”

Non basta dire bisogna cambiare passo – continua la nota della Segreteria di Sud in Movimento, ma vogliamo sentire delle proposte che siano strutturate e che abbiano una visione completa rispetto al futuro che ci attende.
Non ci si fa forti dietro a un pacchetto di voti consolidati, bensì si diventa appetibili quando a dominare è l’offerta politica che si propone.

Ad esempio quale idea si ha rispetto alla situazione industriale del territorio?

Quale è la strategia da mettere in campo per poter puntare ai traffici del Mediterraneo, vertenza importante per lo sviluppo dei prossimi 20 anni?

Come risolviamo i problemi infrastrutturali e di mobilità che attanagliano il nostro territorio in vista di uno sviluppo turistico sempre più pressante?

E dell’erosione della costa ne vogliamo parlare?

Come si intende rispondere alla continua migrazione dei nostri giovani per motivi lavorativi?

Come risolviamo il problema dell’agricoltura sempre più vittima del mercato globale e delle malattie che colpiscono le colture?

In che modo intendono risolvere la vertenza ambientale della provincia Jonica e come si pongono rispetto agli ecomostri insediati e che si vorrebbero insediare ?

“Serve una visione precisa”

Potremmo continuare perché le questioni irrisolte, da anni e anni, sono tante, terreno per lavorare ce n’è, ma bisogna anche avere una visione ben precisa di ciò che si andrà a fare in Regione ed essere capaci di proporla agli elettori.

Ci auguriamo – conclude la nota della Segreteria di Sud in Movimento – che i contenuti trattati vadano fuori dalla semplice critica dell’operato del comune, queste non sono comunali ma regionali.”