Due vigili urbani di Francavilla sono stati arrestati dai carabinieri per concorso in concussione per aver chiesto denaro a un imprenditore, minacciandolo velatamente di sequestrargli una parte dell’azienda in cui erano state rilevate irregolarità – secondo gli investigatori – inesistenti. I due vigili avrebbero detto all’uomo che c’erano difformità tali da meritare provvedimenti amministrativi, ma che con il versamento di una somma, non ci sarebbero state conseguenze.