«Il governo ha approvato il progetto del gasdotto Tap con approdo a Melendugno nonostante il diniego della Regione Puglia».Lo ha dichiarato Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, dopo l’incontro avuto a Palazzo Chigi.

Il progetto del gasdotto Tap – Trans-Adriatic Pipeline – prevede la costruzione di una nuova linea di tubazioni che faranno affluire il gas naturale estratto in Azerbaigian attraverso Grecia e Albania per giungere sulle coste pugliesi e servire diversi paesi europei. Già in passato il progetto aveva sollevato notevoli polemiche ed incontrato il netto diniego della popolazione salentina e delle associazioni ambientaliste, che vedevano nel terminal gasifero un rischi per l’ambiente ed un ostacolo alla vocazione turistica della zona. Alla notizia del benestare del governo, non sono mancati i commenti, tra i primi quello del senatore Dario Stefàno, che con un tweet chiama subito in causa Michele Emiliano, candidato del centrosinistra alla successione di Vendola, e lo invita fin da subito ad “indossare l’elmetto” e ad attivarsi per “andare in trincea” per difendere il nostro territorio dalla scelta del Governo sulla TAP ed a “non permetterne lo scempio”.