Fortunatamente si è trattato di un falso allarme, dettato forse dalla psicosi generata dalle notizie del rischio epidemico che ogni giorno provengono dai media nazionali.

Così un paziente ricoverato all’Ospedale “Moscati” di tarano con stati febbrili molto gravi ha destato la preoccupazione di un membro dello staff sanitario in servizio che – temendo si trattasse di un caso di infezione del virus che sta mietendo migliaia di vittime in Africa – ha allertato i carabinieri.

Allarme comunque subito rientrato, secondo la ASL di Taranto, si trattava di una febbre fisiologica causata dalle condizioni cliniche del paziente ricoverato ed in nessun modo riconducibile ad infezioni da Ebola.