Sport - Pallanuoto

L’obiettivo è ambizioso, ma è quello a cui punta da sempre la Rari Nantes Taranto: la costruzione di una piscina da 50 metri nel capoluogo jonico. La dirigenza del club di via Minniti continua il suo lavoro per smuovere le acque, è proprio il caso di dirlo, e gettare le basi per arrivare alla realizzazione della tanto desiderata struttura.

RARI NANTES-COMUNE: CONTATTO. Nei giorni scorsi il presidente della RN TA 96 Sandro Sabato ha contattato il Comune di Taranto per discutere della possibilità di rispolverare un vecchio progetto sull’impiantistica sportiva natatoria e renderlo finalmente concretizzabile. A confermare la notizia è lo stesso numero uno del sodalizio pallanuotistico: “Esiste da diversi anni un piano per la costruzione di una piscina da cinquanta metri a Taranto, nel quartiere Paolo VI. La nostra richiesta al Comune è di riprendere questo piano, ormai nel dimenticatoio, e metterlo in pratica. Inoltre, secondo quanto ci risulta, il fine dell’impianto era di farlo utilizzare alle società sportive locali. Ora attendo una risposta, speriamo possa essere positiva”.

IMPIANTI SPORTIVI: “CI SIAMO ANCHE NOI”. Il presidente Sabato inoltre rivolge un appello al sindaco e all’assessore allo sport Gionatan Scasciamacchia: “Sono convinto che questa amministrazione comunale sia molto vicina alle esigenze dei club sportivi. In questo periodo in cui si parla molto di impiantistica, dal progetto Iacovone B al campo scuola della Salinella, mi auguro che gli assessorati competenti non si dimentichino di noi. Quando dico ‘noi’ mi riferisco non solo alla Rari Nantes, ma a tutto il mondo del nuoto e della pallanuoto a Taranto che ormai sta crescendo in maniera esponenziale. Sono i numeri che fortificano gli sport d’acqua e, al di là della nostra squadra che partecipa al campionato nazionale di serie B, c’è assolutamente bisogno di una piscina da cinquanta metri. Spero davvero che il progetto cui facevo cenno prima possa essere realizzato, sappiamo della grande attenzione dell’assessore Scasciamacchia che sicuramente raccoglierà le nostre istanze”.

A TARANTO TORNA IL GUG. Dopo oltre trenta anni torna a Taranto la sede del GUG-FIN, il Gruppo Ufficiali di Gara della Federazione Italiana Nuoto. Presso la delegazione del Coni provinciale, in via Pisa, il presidente nazionale del GUG Roberto Petronilli ha incontrato i rappresentanti degli organi federali pugliesi (nuoto, pallanuoto, salvamento, sincronizzato) ed i vertici delle società locali iscritte alla FIN. All’incontro, tra gli altri, presenti il presidente regionale del GUG, la tarantina Patrizia Zappatore, arbitro di serie A di pallanuoto, e il presidente della Fin Puglia Nicola Pantaleo. Per la Rari Nantes Taranto il presidente Sabato si è detto entusiasta per la visita del presidente Petronilli, a testimonianza della valenza sempre più incisiva a livello nazionale dei club jonici legati agli sport d’acqua.