Torna a Taranto il TEDx, la conferenza statunitense nata nella Silicon Valley e diffusasi in tutto il mondo e quindi anche in Italia a partire dal 2009, grazie al TEDxLakeComo. Per la città dei due mari il TEDx Taranto sarà già alla sua seconda edizione, per giunta consecutiva.

“Contaminazioni positive. La fotosintesi della vita” è il tema di questa edizione. Il TEDxTaranto torna quindi ad impressionare le menti dei tarantini dopo l’incredibile successo della prima edizione.

Il programma è organizzato in modo da dare alle comunità locali, organizzazioni ed individui, l’opportunità di stimolare il dialogo tramite esperienze simili a TED, ma a livello locale. Per organizzare un TEDx è necessario essere approvati dall’organizzazione TED e ottenere la relativa licenza. L’organizzazione TED fornisce il modello guida generale per l’organizzazione degli eventi TEDx, ma i TEDx sono realizzati in modo indipendente. E Taranto ha avuto la sua seconda possibilità.

Indice

Cos’è il TEDx

Il TEDx è in poche parole un convegno. Aperto a tutti. Lo scopo è quello di condividere le idee che meritano di essere diffuse. L’acronimo TED identifica Tecnologia, Intrattenimento (Eternaiment) e Design.

Iniziata nel 1984 come una conferenza di quattro giorni in California, con il tempo, le tematiche coperte da TED si sono allargate ad architettura, scienza, business, politica, educazione, avventura e molto altro. La conferenza è così diventata un appuntamento annuale per discutere di idee nuove in tutti gli ambiti della creatività e dell’innovazione umana.
Gli interventi dei relatori vengono filmati e raccolti sul sito TED.com. Oggi TED è cresciuta nella sua “mission” attraverso molteplici iniziative, i numeri parlano da soli: nel 2015 TED ha distribuito quasi 4 miliardi di video su Internet, mentre i suoi affiliati hanno organizzato 3.600 conferenze in ogni parte del mondo. Senza contare gli altri progetti. L’organizzazione è ormai considerata (lo ha scritto l’Economist in dicembre) «la grande macchina globale delle idee».

Il TEDx 2018 a Taranto

Il TEDx 2018 a Taranto si svolgerà il 30 novembre presso il Teatro Orfeo. TEDxTaranto è organizzato da Programma Sviluppo e vuole essere un atto di fiducia in una società foriera di progetti innovativi e sogni finalmente raggiungibili, grazie all’entusiasmo e alla fiducia di chi non smette mai di credere nel proprio potenziale.

«Stiamo lavorando a un TEDxTaranto di altissimo spessore – ha spiegato Silvio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo, motore organizzativo dell’evento – e questo ci impone di pensare a un’edizioneaperta e democratica. Innovazione e territorio sono da sempre alla base della visione di futuro di Programma Sviluppo e non serve scomodare Henry Ford e una sua celebre massima per comprendere chenon esiste crescita del territorio se l’innovazione non è per tutti. TEDxTaranto vuole essere volano di sviluppo e quindi abbiamo cercato di andare incontro al nostro pubblico con prezzi che possano soddisfare ogni esigenza».

Biglietti per il TEDx a Taranto

Sono disponibili 700 tagliandi in prevendita attraverso il circuito Vivaticket. I prezzi, esclusi i diritti di prevendita, variano da un minimo di 10 euro a un massimo di 35 euro per dare la possibilità praticamente a tutte le tasche di partecipare.

Gli speaker del TEDx Taranto 2018

Ecco alcuni degli speaker che si alterneranno sul palco del Teatro Orfeo di Taranto il 30 novembre.

Cristina Cipriano | Biologa


Aspirante polimata, Cristina esplora ed espande le intersezioni dove più campi della conoscenza si fondono.

In qualità di biologa, sta lavorando a progetti che riguardano la ricerca di base, la scienza informale e il coinvolgimento del pubblico, tutti finalizzati a
fornire una visione più chiara del processo scientifico in generale. Dopo varie esperienze di ricerca in laboratori scientifici formali, ed aver acquisito competenze eterogenee, ora unisce la biologia alla fisica e l’elettronica, combinando wetware, software e hardware.
Cristina è la prima italiana ad aver costruito un laboratorio di biologia molecolare in casa ed è conosciuta per i suoi design di attrezzature scientifiche minimaliste innovative, a basso costo e open source.

È co-founder di Binomica Labs, un gruppo di ricerca indipendente con sede a New York, dedicato alla pratica scientifica e allo sviluppo di programmi di studio scientifici per studenti di tutte le età e background formativi. Cristina svolge attività divulgative presso diverse università ed eventi, dove occasionalmente tiene seminari.

Fabrizio Facras | Fisico e divulgatore

Già Visiting Professor presso il Dipartimento di Psicologia Educativa e Clinica della Pontificia Università Salesiana di Roma, e Graduate Research Assistant presso la Florida Atlantic University di Boca Raton, FL-USA – è docente di Fisica applicata alla Radioterapia e alla Radioprotezione presso il Dipartimento di Medicina dell’Università di Padova e membro del Science of Consciousness Research Group, presso il Dipartimento di Psicologia Generale della stessa università.

Fisico e divulgatore è autore di numerosi articoli e testi di saggistica. Fra i più recenti: “Il mondo secondo la Fisica Quantistica” (Sperling & Kupfer, 2017) e “L’enigma della coscienza” (con Enrico Facco, Mondadori Università, 2018). I suoi attuali interessi di ricerca sono rivolti allo studio delle interazioni fra il cervello e le radiazioni elettromagnetiche e meccaniche.

Alessandro Sabini | Advertiser

Alessandro ha lavorato per i più importanti brand pubblicitari italiani, Publicis e Saatchi & Saatchi, prima di iniziare la sua carriera di direttore creativo presso Arnold Worldwide. Successivamente passato a Publicis Groupe per dirigere l’advertising BMW, Mini e Coca-Cola; è in Leo Burnett che si dedica ai brand Fiat e Chrysler Group. ECD in O&M nel 2014, sbarca infine in McCann dove è attualmente CCO e Global CD per Nespresso.
Tra i suoi premi: Cannes Lions, D&AD Impact, Clio, Eurobest, LIA, NYF, Epica, ADCE, Golden Drum. Nel 2009 è stato giurato dei Cannes Lions.

Giuseppe Savino | Agricoltore e fondatore di Vazapp

Giuseppe Savino ha 37 anni, è un giovane agricoltore nella fattoria di famiglia “Cascina Savino”.

Dopo essersi licenziato dal “posto fisso”, a 5 minuti da casa, dove si occupava della gestione degli addestramenti di piloti di elicottero, è stato rincorso dai suoi genitori in cerca di una spiegazione. Ha poi “messo giù” VàZapp’ www.vazapp.it la prima comunità di giovani professionisti a servizio del mondo agricolo in una chiave tutta innovativa: un percorso di innovazione sociale che vuole incoraggiare i giovani a raccogliere le loro idee e la loro voglia di cambiamento per declinare un nuovo modo di fare agricoltura.
Vazapp oggi, si presenta come un centro di propulsione di relazioni, creatività e impatto per l’intero mondo agricolo nazionale.

Claudia Spadoni | Socia Fondatrice e Produttore Esecutivo di Rockin

Socia Fondatrice e Produttore Esecutivo di Rockin’1000. Project manager di eventi e festival musicali e culturali, dal 2009 lavora per Filmmaster Events. Collabora come responsabile di produzione e accoglienza artisti con Better Days (MI AMI festival, Better Days festival e Wonderlaand Festival). Laureata in organizzazione di eventi culturali all’Università Cattolica di Milano. Romagnola di origine e di cuore, amante della musica e della sua capacità di dare voce al mondo.

Chris Torch | Produttore

Chris Torch dirige attualmente l’Artistic Unit at Timisoara 2021 – European Capital of Culture (Romania), fino a febbraio 2017. (www.timisoara2021.ro)
Fondatore e direttore artistico di Intercult (www.intercult.se), think tank focalizzato su cultura, idea e arti. Creato nel 1996. Torch è stato protagonista delle nomine a Capitale Europee della Cultura per Matera 2019 e Rijeka 2020. A Rijeka, è stato nominato direttore della direzione del programma fino al 2016, quando ha preso in carico il progetto Timisoara. Torch ha contribuito alle politiche interculturali come Executive Committee per Culture Action Europe.

Patrizio Coppola | Formatore

Don Patrizio Coppola detto Padre Joystick nasce ad Avellino. Laureato in teologia e giurisprudenza. Cappellano ospedaliero.

Ordinato sacerdote entra nel mondo della TV come responsabile di una TV diocesana chiamata Tele Diocesi Salerno portandola attraverso dei colpi da manuale a farla diventare una emittente seguita da tutti. Accanto allo Rosario e Sante Messe ci pone delle partite della Salernitana acquistandone i diritti dalla allora SACIS e facendo poi di questa una emittente all’avanguardia. Trasferitosi in seguito a Roma entra come padre Spirituale nel mondo del cinema varcando la soglia di Cinecittà. Diventa responsabile di una scuola di cinema denominata Nuct. Si trasferisce in Alicante Spagna per diventare consulente di Ciudad de la Lux… ritornando in Italia si appassiona ai cartoni animati e videogiochi e mette su il festival del multimediale denominato Playmont.

Nasce la passione per i videogiochi nel 2007 ed inizia a pensare che il futuro è un gioco da ragazzi e da vita attraverso uno studio approfondito e a delle direttive di società che operano nel campo videoludico ad un piano di studio per cercare di colmare la mancanza di professionisti nel mondo dell’intrattenimento videoludico. Fonda nel 2013 lo IUDAV istituto universitario di animazione e videogioco che insieme al Valletta Higher Education Institute istituisce la prima Laurea a livello europeo in arti digitale con specializzazione in videogioco e animazione.

Sostenendo che la realizzazione di un videogioco è un arte, il settimanale Panorama gli da il titolo di Padre Joystick. Molte società attingono a questa realtà per avere professionisti nel mondo del videogioco.
Partecipa come opinionista a trasmissioni quali Quarto Grado, Mattino Cinque e al Giallo della settimana su tgcom24.

Brunori SAS | Cantante

Dario Brunori, cantautore calabrese, esponente simbolo della nuova scena musicale italiana, è un artista che riesce a coniugare naturalmente scrittura poetica e leggerezza formale, autorevolezza musicale e senso dell’ironia, con uno stile unico nel suo genere.

Lo speciale concerto arriva a due anni dall’uscita di “A casa tutto bene”, l’album certificato platino che ha conquistato pubblico e critica a cui è seguito il grande successo live dell’omonimo tour e numerosi riconoscimenti, tra cui la Targa Tenco per la miglior canzone dell’anno con “La Verità”, che ha ottenuto anche il disco d’oro. Nel 2018 il cantautore ha portato in scena anche una nuova avventura teatrale e si è cimentato nel programma tv “Brunori sa” andato in onda su Rai 3.

L’edizione 2017 di TEDx Taranto

Avevo sentito in passato parlare degli eventi TED pur senza comprenderne in fondo le finalità e i temi, eppure mai esperienza fu più coinvolgente.

Il leitmotiv dell’evento liberamente interpretato dagli speech-ers: la Nuvola, intesa dagli organizzatori come fase del ciclo dell’acqua, come coltre che trasformandosi e diffondendosi ricopre il nostro mondo, come “cloud” mezzo di immagazzinamento dei dati, ma anche come simbolo del sognato all’interno del linguaggio fumettistico.

Affascinante il fil rouge e il nesso tutto da comprendere con la città di Taranto. L’organizzazione ha egregiamente fatto sì che il contenitore esaltasse nella maniera più stupefacente il contenuto delle singole interpretazioni, un vero spettacolo sia in termini di opinioni e sensazioni che di comunicazione. Un alternarsi di performers di primo ordine delle più svariate estrazioni culturali ed esperienze di vita desiderosi di spargere i loro semi di pensiero affinché ciascuno del pubblico potesse trarne le proprie considerazioni e insegnamenti. Fotografo, ingegnere, astrofisico, reporter, cantante, ricercatore ognuno magistralmente ha intrattenuto la folla nel suo modo peculiare ma conciso, focused fino alla fine, facendo nascere durante le Note finali in tutti in modo silente la domanda: “sono già passate 4 ore?” ed a cui tutti abbiamo risposto: “Si, e non ce ne siamo nemmeno resi conto!”.

Non mi è capitato molte altre volte di essere rapito così senza uno sbadiglio, senza una distrazione, senza che alcun pensiero mio proprio prendesse il sopravvento sulla esperienza che stavo vivendo.

A chi lo ha reso possibile potrei solamente dire: “Bene ragazzi continuate di questo passo che andate molto bene”, e partire così con il primo TEDxTaranto mi fa attendere con ansia le prossime occasioni.

Alla fine il tema nuvola e l’associazione con Taranto è stato implicitamente chiaro a tutti: la nuvola di orrori, inquinamento, polemiche della industrializzazione spietata operata a Taranto deve essere spazzata via per far sì che la straordinarietà di questo territorio, la Magna Tarantium o meglio la Megali Taras possa rivedere il sole al più presto. È questo il nostro sogno.