Il secondo evento Tedx Taranto ha confermato il successo della manifestazione con un tutto esaurito al teatro Orfeo.
Il tema di questa edizione era “Contaminazioni Positive” personalmente interpretato da ciascun speecher con maestria di contenuti e tecnica.  Uno spettacolo che non solo ha tenuto la maggior parte di noi incollata alle poltrone, ma è riuscito talvolta a riportare in platea chi a causa nell’orario ormai tardo aveva furtivamente tentato di allontanarsi. Un momento di alta cultura atteso da un anno intero.
Paradigma comune di tutte le declinazioni sicuramente il trinomio gridare,  credere e agire. Gridare il disagio di una comunità, di un popolo, di una nazione che soffre con dignità ma che non deve mai smettere di sperare che tutto possa cambiare.
Credere nelle proprie risorse ed che possono essere ritrovate nella apertura a nuove culture, ad un nuovo modo di comunicare, anche con i giovani,  e alla riscoperta delle nostre tradizioni frutto esse stesse contaminazione ancestrale.
Agire senza la paura di sbagliare appoggiandosi alle opportunità di sinergia che le nuove tecnologie hanno reso disponibile a portata di un click.
Una società che discrimina il nero, il rosa e l’arcobaleno ha paura di perdere il controllo della situazione contingente, cieca come un uroboro  che non si accorge di provocare essa stessa la sua estinzione.
Riportiamo alcuni pensieri degli speechers.

Chris Torch

Contaminare costruttivamente è sicuramente meglio che decontaminare: dobbiamo inventare nuovi modi di sporcare le cose e contaminare la società con i batteri della cultura un po’ come lo yogurt proviene latte sapientemente contaminato.

Antonio Coluccia

C’è Chi semina la paura per la contaminazione ma noi siamo provvisori su questa terra non la possediamo. Se vuoi essere felice vivi la tua vita  e non ti limitare alle lamentele.

Cristina Cipriano

Quando affrontiamo un problema di solito lo approcciamo in maniera semplice con dei modelli ma oggi spesso abbiamo di fronte problemi complessi che richiedono approcci complessi il che non significa complicati. La contaminazione è un sistema complesso e per essere compreso dobbiamo eliminare le complicazioni.

Brunori Sas

[L’uomo nero]
/E hai notato che l’uomo nero,
semina anche nel mio cervello
quando piuttosto che aprire la porta
la chiudo a chiave col chiavistello
quando ho temuto per la mia vita
seduto su un autobus di Milano
solo perché è un ragazzino arabo
si è messo a pregare dicendo il Corano/
L’attrito tra archetto e corda può dare un suono stridulo, ma se si studia e ci si prepara a gestire quell’attrito si possono creare le più belle melodie. Le contaminazioni positive sono come le febbri giovanili che ci fanno crescere in altezza.

Giuseppe Savino

Sognavo una agricoltura che alle persone sole sostituisse delle comunità. Questa è l’epoca giusta per creare il posto fisso e non cercarlo. Non servono soldi per realizzare i sogni ma serve crederci.

Salvatore Pepe

Recuperare le periferie é economia circolare. I pixel sono tessere di mosaico digitale: con la nostra creatività passeremo dell’internet delle cose (Internet of Things) all’internet del pensiero (Internet of Thinking).

Patrizio Coppola

Quando mi hanno chiamato Padre Joystick non sapevo nemmeno cosa fosse un joystick, ora creo videogiochi con i ragazzi e per i ragazzi. La passione può diventare formazione e la formazione può diventare lavoro. Ho fondato l’Università delle Arti Digitali che aprirà presto una sede a Taranto.

Alessandro Sabino

Il motivo alla base della discriminazione é la paura del diverso. La società del “Non toccare che ti sporchi, cacca cacca” crea individui che hanno paura e non sanno difendersi.

Claudia Spadoni

Non sempre all’inizio di un progetto si possono prevedere tutte le sinergie e la contaminazioni positive che poi vengono a generare.

Fabio Fracas

I più grandi geni della Fisica hanno fatto riferimento a paradigmi certi che poi sono stati abbattuti da altri che non hanno mollato le loro tesi pur se in netto contrasto con le tradizioni. Oggi chi studia fisica deve confrontarsi con chi studia biologia, ingegneria, informatica, etc., la contaminazione è progresso perché la fantasia della Natura supera quella del singolo uomo.

Pietro Schirano

Le persone sono le migliori contaminazioni che ci possono capitare, e la fortuna non è altro che attenzione.

Conclusioni

Numerosi gli esempi di successo dei figli di questa terra ritornati nell’occasione del TEDx per raccontare la loro storia e con entusiasmo introdurre nuovi progetti in pectore.
Visionari che hanno urlato la loro indignazione, sperato in un mondo diverso ed agito per avvicinare la realtà al loro sogno.
Tra i relatori anche due uomini di chiesa che però hanno trasformato se stessi in uomini di comunità reinventando a loro modo il significato stesso del termine catechesi. Un fisico, un ingegnere, una biologa, un artista delle note, il panel di “inseminatori di emozioni” particolarmente eterogeneo ha arricchito il TEDx Taranto di ingredienti già eccezionali da soli, ma strabilianti in concerto e ci ha lasciato con una domanda a cui vorremo poter rispondere al più presto: “Quando la terza edizione?”