«La maggioranza ha bocciato gli emendamenti di SEL, a mia prima firma, ai tre commi della Legge di stabilità che sbloccano e accelerano il procedimento di autorizzazione per le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi e quelle di stoccaggio, trasporto, trasferimento degli idrocarburi in raffineria; infine, accentrano le procedure allo Stato. I tre commi, voluti dal governo Renzi, rendono immediatamente fattibile, e senza vincoli, il progetto di Tempa Rossa.» A dichiararlo in una nota è Donatella Duranti, parlamentare di Sinistra Ecologia e Libertà.

«Si tratta – aggiunge la Duranti – dell’ennesima realizzazione forzata di opere invasive ed inquinanti, come per il caso delle Trivellazioni in Mar Adriatico o la TAP, che violentano i nostri territori escludendoli dalle scelte e dalle decisioni.

I Parlamentari pugliesi – scrive donatella Duranti – ed in particolare quelli tarantini, sia di maggioranza che di opposizione, che non perdono occasione per ergersi a difensori del territorio, non hanno espresso contrarietà alle norme inserite dal Governo, appiattendosi in silenzio sulla linea governativa.

Noi, come Sinistra Ecologia Libertà, continueremo coerentemente ad utilizzare tutti gli strumenti in nostro possesso per contrastare e modificare provvedimenti che – conclude Donatella Duranti, ancora una volta, speculano sulla salute dei nostri concittadini.»