In Cile torna l’incubo terremoto-tsunami. Una scossa di magnitudo 8.3 ha nella serata di ieri fatto tremare Santiago e un’ampia zona del Paese. Tanta paura, da nord a sud, cinque persone morte, un milione di evacuati preventivamente in poche ore. La protezione civile cilena (Onemi) mantiene il proprio “monitoraggio allerta rossa per sisma di maggior intensità e allarme tsunami” in alcune regioni del paese, mentre in altre aree è rientrato.