«Nessuna intesa raggiunta tra gli autotrasportatori SAPIO – Taranto e la Società controllata dal Gruppo, la monzese GASCAR Srl, che ha risolto – dopo decenni – i contratti di trasporto e distribuzione di liquidi criogenici in cisterna affidati ai sub vettori locali ed in scadenza il prossimo 31 dicembre. » E’ quanto dichiarano in un comunicato congiunto i segretari provinciali delle sigle sindacali TRASPORTOUNITO, FILT-CGIL e UILTEC.

«Vani i tentativi di concertazione tra OO.SS. e responsabili della supply chain aziendale – evidenzia il comunicato, concretizzatasi in separati incontri del 30 ottobre e del 9 novembre u.s. presso la sede della locale CONFINDUSTRIA. I sub vettori – che pure avevano fornito ampie rassicurazioni sulla capacità di soddisfare le esigenze di centralizzazione manifestate dalla Committente – giudicano sconveniente la proposta loro avanzata perché, nella sua formulazione più recente, non garantisce sufficientemente attività d’impresa e tutele occupazionali. Ritengono, pertanto, ingiustificata ed unilaterale la scelta operata dalla SAPIO di affidare dal prossimo anno le attività di trasporto ad un nuovo vettore, con ulteriore aggravio delle già pessime condizioni del comparto trasporti a Taranto. Per tutto quanto sopra esposto ed in considerazione dell’urgenza che scaturisce dall’imminenza dei termini contrattuali, le OO.SS. TRASPORTOUNITO-FIAP, FILT-CGIL, UILTEC – interessate alla vicenda – hanno indirizzato, auspicando una risoluzione della vertenza instaurata con interessamento delle Istituzioni locali, apposita richiesta d’incontro urgente al Prefetto di Taranto – S.E. Dott. Umberto Guidato.

Le Organizzazioni – conclude il comunicato – rendono noto che, se nulla dovesse accadere in favore delle legittime richieste avanzate, saranno intraprese tutte le azioni e le misure esperibili di carattere sindacale