Hai ricevuto una e-mail sospetta con richiesta di dati personali o dati sensibili relativi ai pagamenti?

Lo sai, che il mezzo principale per truffarti è la posta elettronica? Ricordati che Poste Italiane e PostePay non chiedono mai di fornire Password, OTP, Pin, credenziali, dati delle carte, chiavi di accesso all’home banking o altri codici personali telefonicamente e attraverso email, SMS e messaggi sui social.

Poste invita a diffidare di eventuali messaggi e richieste di amicizia da parte di utenti che affermano appartenere al nostro servizio clienti o delle email e telefonate fraudolenti, provenienti da un presunto operatore di banca che cerca di carpire con l’inganno informazioni private.

Ecco alcuni suggerimenti per il corretto comportamento da osservare:

  • Tieni al sicuro i tuoi codici: conserva i tuoi codici con la massima riservatezza e modifica il pin con frequenza;
  • Diversifica le tue password: utilizza password alfanumeriche e diverse per tutti i tuoi account;
  • Verifica la sicurezza dei dispositivi: aggiorna costantemente i sistemi operativi ed antivirus e scarica l’App solo dagli store ufficiali;
  • Fai attenzione al contenuto delle mail: diffida dai messaggi che contengono o provengono da un sito che richiede dati personali con il pretesto di un malfunzionamento di un servizio. Quando ricevi richieste di questo tipo a nome di Poste Italiane e PostePay inoltra l’e-mail all’indirizzo antiphishing@posteitaliane.it prima di cestinarla.

Per saperne di più: