Tutto pronto per Buy Puglia – Meeting & Travel Experience, la seconda edizione, dal 27 ottobre al 1°
novembre 2014, del più importante evento di business turistico della regione, ideato dall’Agenzia
Pugliapromozione come grande occasione di incontro e scambio tra i buyer internazionali (Tour
operator, Agenzie di Viaggio, DMC, ecc.) e gli operatori turistici pugliesi. Quest’anno, ed è questa una
delle novità, l’evento comprende anche una sezione dedicata esclusivamente al turismo d’affari e
congressuale con l’incontro B2B che si svolgerà in concomitanza con l’appuntamento dedicato al
Leisure il 30 ottobre alla Fiera del Levante.
Cambia il turismo, cambia il modo di promuoversi.

I metodi tradizionali di promozione (le fiere) spostano sempre meno viaggiatori. Chi “compra” le
destinazioni, dunque anche i grandi mediatori dei flussi internazionali, hanno la necessità di
sperimentare e costruire le offerte direttamente.
Da questo punto di vista, Buy Puglia è uno strumento innovativo nel suo genere: un workshop unito ad
una vera e propria “Travel experience”, un piccolo assaggio delle esperienze di viaggio che si possono
vivere in Puglia. Una ispirazione prima degli affari del business meeting.
La formula del Buy Puglia è rivolta esclusivamente al mercato internazionale, nel quale la Puglia è
capace di presentarsi non solo tutta insieme, ma finalmente organizzata per prodotti turistici
“moderni”. Divertimento, turismo attivo, esperienze slow, cultura, ma anche l’offerta del lusso, il
wedding, la puglia romantica, la puglia autentica delle tradizioni e dei piccoli borghi. I prodotti
tradizionali (il mare e l’enogastronomia) trasversali a tutte le offerte.

A questi target corrispondo i dieci itinerari del PRE-TOUR (le travel experience) che porteranno i Tour
Operators in ogni angolo della regione, prima di avviare le trattative d’affari che avranno luogo
durante il B2B del 30 ottobre: We are authentic (Salento), We are slow (Monti Dauni), We are
exclusive (Valle d’Itria), We are magnificent (Puglia Imperiale), We are funny (Salento) , We are
timeless (Costa Jonica), We are wild (Alta Murgia), We are romantic (Valle d’Itria), We are active
(Gargano), We are spiritual (Gargano).
La seconda edizione del Buy Puglia consolida i risultati ottenuti negli ultimi anni per la promozione
della destinazione Puglia sui mercati internazionali con un considerevole aumento sia dei buyer che
dei seller rispetto allo scorso anno.
Erano ben più di 300 le richieste di partecipazione al Buy Puglia da parte dei Tour Operators:
nonostante si tratti di Buyers altamente qualificati e di nuova domanda, Pugliapromozione si è trovata 2
addirittura nella condizione di dover selezionare le richieste, chiudendo al numero finale dei 227 tour
operators. Questo per garantire un giusto equilibrio domanda/offerta ed un corretto funzionamento
del workshop.

Fra le altre novità rispetto alla prima edizione 2013 le azioni di CO MARKETING per l’ospitalità dei
buyer realizzate con la collaborazione di tanti operatori turistici pugliesi che hanno saputo cogliere
l’opportunità offerta dal Buy Puglia.. Infine la scelta di organizzare la Borsa del turismo pugliese in
contemporanea con Medimex, la fiera internazionale delle musiche che ha anch’essa luogo nella Fiera
del Levante, dettata dalla volontà di unire due eventi di due grandi filiere: quella musicale e della
cultura e quella turistica. Sarà il Presidente Nichi Vendola ad inaugurarle entrambe la mattina del 30
ottobre.

Quest’anno l’evento internazionale di Business Meeting del 30 ottobre presso la Fiera del Levante
offre l’opportunità a ben 135 operatori dell’offerta turistica pugliese Leisure e 56 dell’offerta MICE di
presentare la propria offerta ad un selezionato gruppo di 227 operatori esteri, (170 del segmento
leisure e 57 del segmento MICE) provenienti dai principali mercati europei ed extraeuropei. L’agenda
degli incontri di ogni operatore pugliese viene organizzata in base alle indicazioni espresse da buyer e
seller al momento dell’accreditamento, per garantire che l’incontro e la contrattazione siano il frutto di
un reale e reciproco interesse.

“La seconda edizione del Buy Puglia realizza già nelle sue premesse delle straordinarie evoluzioni
rispetto allo scorso anno: triplicati i tour operator iscrittisi, moltiplicati e diversificati i prodotti turistici
pugliesi proposti, un grande fermento dei nostri operatori pronti a cogliere questa grande occasione
per presentare la nostra destinazione e fare accordi- commenta l’Assessore al Mediterraneo, Cultura e
Turismo, Silvia Godelli – Tutto ciò all’indomani dell’alta stagione turistica, che anche quest’anno ha
visto la Puglia come “oggetto del desiderio” degli stranieri, incrementatisi ancora del 5 per cento
rispetto all’anno scorso.”
In totale sono 37 i Paesi di provenienza dei Buyer del segmento Leisure, 10 i Paesi del segmento MICE.
La selezione dei Buyer è avvenuta con la collaborazione dell’ENIT e di una rete di pubbliche relazioni
internazionali predisposta da Pugliapromozione. L’importante contingente dei Tour Operators
internazionali è frutto di un anno di workshop, presentazioni ed eventi organizzati dall’Agenzia in giro
per l’Europa, soprattutto in occasione dei road show.

“La strategia seguita dalla Puglia sta dando i suoi frutti – commenta il Direttore Generale di
Pugliapromozione Giancarlo Piccirillo– L’aver puntato con la comunicazione ed una moderna
promozione sui mercati esteri ci consente di portare a casa un più cinque per cento di arrivi di turisti
stranieri anche quest’anno. Importante è stato creare e usare strumenti nuovi, proprio come il Buy
Puglia, molto più efficace rispetto alle fiere tradizionali: l’80 per cento dei buyer che sono venuti alla
prima edizione dello scorso anno hanno poi comprato la Puglia”.
Da dove provengono i buyer che partecipano al Buy Puglia 2014? Conoscono la Puglia e per quali
prodotti turistici optano? Pugliapromozione lo ha chiesto direttamente ai buyer che hanno aderito al 3
Buy Puglia provenienti da Germania, Francia, Stati Uniti, Brasile, Russia, Austria, Italia e Regno Unito
tra i principali, dai Paesi dell’Europa dell’Est e da Turchia, Spagna, Olanda, India, Giappone e altre
destinazioni extra continentali (Emirati Arabi, Australia, Canada e Argentina).
Per la maggior parte i tour operators internazionali che parteciperanno al Buy Puglia 2014 non hanno
ancora la Puglia in catalogo (si tratta dunque di “nuova domanda”); cercano soprattutto prodotti
turistici destinati ad una clientela di medio e alto profilo, chiedono in particolare un’offerta legata ai
segmenti Arte e Cultura ed Enogastronomia e a strutture ricettive dall’architettura tradizionale (trulli e
masserie) destinate ad una clientela formata per lo più da piccoli gruppi e coppie, a conferma di un
allontanamento sempre più netto dalla vendita di prodotti destinati al turismo di massa in favore dei
turismi di nicchia.

Tra i principali prodotti turistici di interesse nell’ambito del Leisure i buyer indicano l’Enogastronomia
(71% delle preferenze) e Arte&Cultura (70%) che sorpassano le richieste del prodotto Balneare (63%
delle risposte a scelta multipla). Degli operatori stranieri intervistati da Pugliapromozione più del 50%
ha dichiarato interesse perché vede nella Puglia una nuova destinazione italiana: offre un prodotto
differente rispetto agli itinerari italiani classici, per lo splendido paesaggio, l’eccellente
enogastronomia, l’architettura unica e variegata e per il perfetto mix tra antiche tradizioni e lo stile di
vita moderno.
Questa stessa combinazione di elementi, con il turismo balneare solo al terzo posto, che è stata alla
base di tutta la promozione e le campagne di comunicazione di Pugliapromozione all’estero, a
partire dai roadshow nelle capitali europee, e che gioca fortemente a favore di una Puglia godibile
tutto l’anno, ha portato ad una ulteriore netta crescita del turismo straniero in Puglia anche nei
primi otto mesi del 2014 aumentato del 5% in termini di arrivi e +2% delle presenze rispetto allo
stesso periodo del 2013.

Anche dall’indagine qualitativa condotta da luglio a ottobre 2014 dall’Agenzia Pugliapromozione con
la collaborazione degli Uffici di Informazione e Accoglienza turistica della regione (I.A.T) su un
campione di 3.500 turisti stranieri e italiani emerge ancora che la Puglia piace perché ha costruito un
equilibrio fra tradizione e modernità. Ottima la quota di turisti che ritornano in Puglia per trascorrere
le proprie vacanze (il 59% degli italiani vs il 23% degli stranieri) con giudizi estremamente favorevoli: la
Puglia è ospitale, autentica, solare, bella , divertente , cool/di tendenza .
Ed anche questa è una caratteristica innovativa del Buy Puglia: cercare di dare al mercato ciò che
cerca, superando la classica segmentazione e offrendo ai buyers una Puglia organizzata per esperienze
turistiche che gli consentiranno di vivere ciò che dovranno poi vendere nei propri mercati. Tutta la
Puglia permette di vivere “esperienze” indimenticabili in questi ambiti. I viaggiatori leasure di tutto il
mondo cercano proprio questo: cose da ricordare, fotografare, postare, raccontare.