Questo pomeriggio il sindaco di Grottaglie ha pubblicato sui social un post in merito alle regole sugli spostamenti per contenere l’emergenza CoronaVirus. Il primo cittadini ha ribadito concetti già chiari e ha fatto riferimento anche alla circolare del Ministero di ieri 31 marzo.

“Si può uscire dalla propria abitazione esclusivamente nelle ipotesi già previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri: per lavoro, per motivi di assoluta urgenza o di necessità e per motivi di salute.

La circolare del ministero dell’Interno del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi sulla base di richieste pervenute al Viminale. In particolare, è stato specificato che LA POSSIBILITÀ DI USCIRE CON I FIGLI MINORI è consentita a un solo genitore con un solo minore per fare una passeggiata IN PROSSIMITÀ DELLA PROPRIA ABITAZIONE E IN OCCASIONE DI SPOSTAMENTI MOTIVATI DA SITUAZIONI DI NECESSITÀ O DI SALUTE.

Per quanto riguarda L’ATTIVITÀ MOTORIA è stato chiarito che, fermo restando le limitazioni indicate, È CONSENTITO CAMMINARE SOLO NEI PRESSI DELLA PROPRIA ABITAZIONE. La circolare ha ribadito che NON È CONSENTITO IN OGNI CASO SVOLGERE ATTIVITÀ LUDICA E RICREATIVA ALL’APERTO quindi niente bici, monopattini o improvvisati “tornei” di calcetto.

Inoltre, con mia ordinanza n. 49 del 14/03/2020 sono CHIUSI parchi e giardini pubblici ed è VIETATO l’accesso a pinete, giardini, parchi e ogni altro luogo assimilabile, quindi non è permesso NESSUN giro sull’altalena o su qualsiasi giostrina presente nelle piazzette.

La medesima circolare del Ministero ha ricordato infine che in ogni caso tutti gli spostamenti sono soggetti a un divieto generale di assembramento e quindi all’obbligo di rispettare la distanza minima di sicurezza. Le regole e i divieti sugli spostamenti delle persone fisiche, dunque, rimangono le stesse.

Vi ricordo, che le sanzioni previste vanno da un minino di euro 400,00 sino ad un massimo di euro 3.000,00.

LE REGOLE SONO SEMPRE LE STESSE: R E S T A T E I N C A S A”