“I contagi nella provincia di Taranto sono aumentati, ce lo aspettavamo ma non siamo stati colti impreparati. In particolare, si stanno monitorando due situazioni particolari: Villa Genusia e il caso dei lavoratori di un’azienda di Polignano. Del primo caso, trattandosi di soggetti particolarmente fragili perché anziani, se ne sta occupando tutta la ASL per gli aspetti organizzativi e gli operatori del reparto di Malattie Infettive per gli aspetti clinico-assistenziali.”

E’ quanto ha dichiarato del dr. Conversano, direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Taranto, in merito all’incremento dei casi di positività al covid-19 registrati nella provincia di Taranto nelle ultime ore. 

“In aggiunta, il nostro Dipartimento di Prevenzione sta gestendo la questione “ereditata” dal focolaio creatosi in un’azienda di Polignano, nella quale prestano servizio centinaia di residenti della nostra Provincia. Per fronteggiare questa situazione, è stato emesso un provvedimento di precauzione molto rigido, ma fondamentale per prevenire l’ulteriore diffusione dei contagi. Abbiamo predisposto, infatti, l’isolamento fiduciario per tutti coloro che hanno lavorato in tale azienda negli ultimi 14 giorni – e sono circa trecento – che si spostano dalla nostra Provincia verso Polignano ogni giorno, utilizzando autobus aziendali. Abbiamo riscontrato la massima collaborazione da parte di tutti i Sindaci interessati, a partire dal Sindaco di Grottaglie che è il Comune della Provincia dove risiede il maggior numero di lavoratori dell’azienda in questione. Ci stiamo preparando a una massiccia opera di esecuzione di tamponi prevista per domenica mattina, presso il Palazzetto dello sport di Grottaglie: sarà un grande sforzo, fondamentale per evitare l’ulteriore incremento dei contagi. Si può tranquillizzare la popolazione di Taranto e provincia perché vengono monitorati tutti i possibili focolai, rintracciando i contatti stretti dei casi positivi, predisponendone l’isolamento domiciliare fiduciario e l’esecuzione del tampone naso-faringeo.

È importante non vanificare il sacrificio fatto negli scorsi mesi di lock-down. La circolazione di tanti soggetti positivi, che non sanno di esserlo perché asintomatici, deve rafforzare la convinzione che i comportamenti di cautela e prevenzione da parte della popolazione sono fondamentali. Le uniche misure che garantiscono dal rischio di contagio sono il rispetto della distanza interpersonale, l’uso di mascherina e la disinfezione costante delle mani.

L’osservanza delle regole è fondamentale anche alla luce della imminente apertura delle scuole, nelle quali l’assembramento dei ragazzi sarà inevitabile: l’unico strumento per evitare il contagio è l’adozione di tutte le misure di sicurezza e di comportamenti responsabili.

A partire da domani sarà operativa anche una postazione drive through presso il Distretto Socio Sanitario di Manduria, per l’esecuzione dei tamponi in auto, che si aggiungerà a quella già in attività a Massafra”.