L’11 novembre scorso, durante i lavori nell’area dell’Aeroporto di Grottaglie, è stato rinvenuto un residuato bellico inesploso, una bomba di aereo da 300 libbre di fabbricazione americana, tipo alto esplosivo GP serie M, risalente al secondo conflitto mondiale, armata da una spoletta di punta.

Acquisite le informazioni tecniche fornite dalle autorità militari circa le operazioni di disinnesco e quindi bonifica nel luogo di rinvenimento è stato disposto che l’area di sgombero abbiamo un raggio di 1700 metri.

Ecco le indicazioni:

Convocazione Centro Operativo Comunale (C.O.C.) per attuazione ordinanza prefettizia del 27/11/2019 concernente la bonifica di ordigno residuato bellico in area interna all’Aeroporto Civile “Arlotta” di Grottaglie.

IL SINDACO

Premesso che domenica 01 dicembre 2019 sono state previste le operazioni di bonifica di un ordigno residuato bellico all’interno dell’area dell’Aeroporto “Arlotta” dalle ore 08:00 alle ore 12:00 e/o comunque fino al termine delle operazioni;

Vista la nota della Prefettura di Taranto – Settore Protezione Civile e Difesa Civile del 27/11/2019 n. 59023, acquisita agli atti del Comune in data 28/11/2019, prot. 34916, contenente l’Ordinanza del Prefetto della provincia di Taranto recante le procedure di disinnesco di ordigni bellici nell’ambito di bonifiche occasionali:

– Considerato che tali procedure, ai fini della sicurezza pubblica comporterà una serie di attività a carico di questo Comune ed in specifico:

  • informare tempestivamente, con i mezzi ritenuti più idonei, la popolazione residente e i titolari delle attività produttive/industriali che insistono nell’area interessata, ai fini dell’evacuazione e altresì per quanto riguarda i comportamenti precauzionali da adottare, sulla base delle indicazioni fornite dalla Autorità Militare e dai gestori dei servizi essenziali;

  • predisporre gli eventuali, opportuni interventi di assistenza e trasporto delle persone disabili e/o impossibilitate a provvedere autonomamente, d’intesa con la competente A.S.L.;

  • adottare i necessari provvedimenti di limitazione, deviazione e blocco del traffico veicolare e pedonale relativamente alle strade di competenza ricadenti nell’area suindicata, dalle ore 08:00 alle ore 12:00, o comunque fino al termine delle operazioni, l’accesso di tutti gli autobus di linea nell’area interessata.

– che si rende pertanto necessaria l’attivazione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) istituito con Decreto Sindacale n. 28673 del 17.11.2016, come modificato con Decreto Sindacale n. 16 del 15/10/2019 al fine di organizzare le prescritte attività a tutela della sicurezza pubblica;

– che per tali circostanze è consentito, ai sensi del paragrafo 2.3.1.della Direttiva PCM, Dipartimento della Protezione Civile, n. 5300 del 13 novembre 2012, ricorrere all’impiego delle Organizzazioni di volontariato di Protezione Civile, iscritti nell’Elenco regionale che potranno essere chiamate a svolgere i compiti ad esse affidati per la pianificazione comunale;

– che l’attuazione del Piano Comunale di Protezione Civile e l’istituzione del C.O.C. costituiscono il presupposto essenziale in base al quale l’Amministrazione Comunale può disporre l’attivazione delle Organizzazioni convenzionate con lo stesso;

Visto:

– la legge n. 225 del 24 febbraio 1992 all’art.15 riconosce il Sindaco come Autorità Locale di Protezione Civile, con autonomi poteri di intervento a tutela della popolazione;

– la legge 267/2000 all’art.50 che assegna al Sindaco l’esercizio delle funzioni attribuitegli quale autorità locale nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge;

la legge 24 febbraio 1992, n. 225 art. 2, come modificata dalla L.100/2012, che distingue ai fini dell’attività di protezione civile gli eventi in:

Eventi naturali o connessi con l’attività dell’uomo che possono essere fronteggiati con interventi attuabili dai singoli enti e amministrazioni competenti in via ordinaria;

Eventi naturali o connessi con l’attività dell’uomo che per loro natura ed estensione comportano l’intervento coordinato di più enti o amministrazioni, in via ordinaria;

Calamità naturali o connesse con l’attività dell’uomo che per la loro intensità ed estensione debbono, con immediatezza d’intervento, essere fronteggiate con mezzi e poteri straordinari da impiegare durante limitati e predefiniti periodi di tempo;

la Legge Regionale 10 .3.2014, n. 7 “Sistema Regionale di Protezione Civile, ed il Regolamento Regionale 11.2.2016 – “Disposizioni relative al volontariato di protezione civile della Regione Puglia”;

il D.Lgs n. 267 del 18 agosto 2000, art. 50;

Tenuto conto del Piano Comunale di Protezione Civile – Eventi a Rilevante Impatto Locale, ai sensi del paragrafo 2.3.1.della Direttiva PCM, Dipartimento Protezione Civile, n. 5300 del 13.11.2012;

– Ritenuto necessario convocare il Centro Operativo Comunale al fine di organizzare le prescritte attività a tutela della sicurezza pubblica

DECRETA

di convocare per il giorno 29 novembre 2019 ore 13,00 presso la Sala Giunta del Comune di Grottaglie il Centro Operativo Comunale allo scopo di organizzare e dare attuazione alle prescrizioni impartite con Ordinanza Prefettizia del 27/11/2019 concernente la bonifica di ordigno residuato bellico in area interna all’Aeroporto Civile “Arlotta” di Grottaglie.