La Loggia “Archita” di Taranto del Grande Oriente d’Italia, obbedienza massonica di Palazzo Giustiniani, festeggia quest’anno il centocinquantesimo anniversario della sua prima fondazione avvenuta nel lontano 1895.

Per celebrare questo importante traguardo, La Loggia “Archita” organizza un pubblico convegno sulla figura del celebre matematico e filosofo del quale porta il nome: nato a Taranto nel 428 a.C., Archita fu austero uomo politico che resse per lungo tempo le sorti della sua città incrementandone la prosperità e la potenza, tanto da farla assurgere a “capitale” della Magna Grecia. “Archita da Taranto, l’uomo delle meraviglie”: questo il titolo della manifestazione che, con ingresso libero, si terrà sabato prossimo, 6 giugno, alle ore 10 presso il Grand Hotel Mercure “Delfino”, in viale Virgilio a Taranto.

I relatori saranno Fabrizio Piccolo su “La Loggia Archita: memorie di un futuro passato”, Antonio Tagliente su “Archita di Taranto e il nuovo approccio matematico alla conoscenza”, e il professore Moreno Neri su “Archita di Taranto: re pitagorico, filosofo e matematico”; i lavori saranno moderati da Francesco Comparato, Maestro Venerabile della Loggia “Archita”.
Nel convegno, oltre a narrare la storia della Loggia “Archita” inquadrandola nelle vicende italiane, sarà illustrato il profilo del matematico e filosofo illuminato, esponente della scuola pitagorica e uomo di grande ingegno, definito scienziato ante litteram: uomo saggio e poliedrico, tra le diverse invenzioni che gli sono state attribuite si annoverano anche quella della vite, della puleggia e di una colomba meccanica capace di volare.

Il convegno “Archita da Taranto, l’uomo delle meraviglie”, con ingresso libero, rappresenterà un’occasione per avvicinarsi alla saggezza del passato e alla luce della conoscenza di oggi.