Questa mattina dalla finestra del mio ufficio sventola una #copertatermica, la stessa utilizzata nel corso dei salvataggi per scaldare le persone infreddolite. Un simbolico abbraccio di questa amministrazione ed un messaggio di accoglienza e solidarietà.” E’ quanto si legge sulla pagina social del sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò.

“#3ottobre 2013 – ricorda ancora il primo cittadino grottagliese nel suo post – a poche miglia dal porto di Lampedusa una imbarcazione libica naufraga portando con se 368 morti e oltre 20 dispersi (presunti).

Una tragedia, “non succederà mai più”: questo ci avevano raccontato. Invece da quel giorno sino ad oggi ci sono stati altri 15.000 morti e dispersi. Numeri che pesano e che noi rappresentati istituzionali non possiamo ignorare.

#Ioaccolgo: noi – conclude il sindaco D’Alò nel suo post social –abbiamo scelto da che parte stare.