Un gran bel colpo di mercato della Woman Grottaglie che si assicura le prestazioni della laterale, classe 2000, di Policoro, Roberta Bergamotta.

L’atleta approda in biancoazzurro dopo aver vestito la maglia della Ternana in serie A e aver assaporato la maglia azzurra con l’under 17. In carriera ha militato nel Borussia Policoro per due annate (uno in C e uno in A2) e nel Città di Taranto. L’operazione è stata ben condotta dal Presidente Cataldo Abatematteo e dal ds Francesco Solito. Queste le prime dichiarazioni dell’atleta di Policoro: “Ho scelto questo progetto perché ho voglia di riscattarmi, ma ciò che maggiormente mi ha spinta a sposare questa causa è stato, soprattutto, l’interesse della società verso la crescita delle ragazze più giovani, costruendo una rosa con una media età, abbastanza, bassa”.

-Parlaci del primo impatto con le nuove compagne, con lo staff tecnico e quello dirigenziale. Com’è stato? “Il primo impatto con la società è stata dei migliori, si sono dimostrati una grande famiglia capaci di farmi sentire al centro del loro progetto sin dal primo istante. Troverò molte “compagne di viaggio” passate, tassello che mi ha spinto ancor di più ad accettare questa proposta”.

-Quali sono i tuoi obiettivi per questa esperienza in terra grottagliese? “I miei obiettivi, come ogni anno, sono quelli di migliorare e fare bene, sperando di arrivare sempre più lontano con questa realtà”.

-Descrivici le tue caratteristiche e parlaci un po’ della tua carriera… “Sono una laterale veloce e offensiva. Ho giocato due anni con il Borussia Policoro, un anno di C e un altro di A2. Successivamente ho indossato la maglia di un’altra società pugliese, vale a dire il Città di Taranto. Infine, l’anno scorso, ho giocato in Serie A con la Ternana Celebrity”.

-Quanto è stata importante e fondamentale per la tua carriera l’esperienza, in serie A, con la Ternana in cui ti sei rapportata con grandi giocatrici come Vanessa Pereira, Tampa e Lucileia? “L’esperienza trascorsa con la Ternana mi ha portato miglioramenti in tutto: sia sul piano umano che sportivo. Questo grazie alle giocatrici di altro calibro con le quali mi sono rapportata. Porto nel mio bagaglio ogni loro consiglio, Mi hanno insegnato a non mollare mai, soprattutto nelle situazioni più difficili”.

-Oltre alla serie A hai indossato la maglia dell’under 17 italiana. Quali sono le sensazioni? “Descrivere le emozioni, a parole, dell’indossare una maglia importante come quella azzurra è difficile. E’un insieme di soddisfazioni, responsabilità, gioia e amore, caratteristiche che ti spingono sempre a fare bene e onorare la propria nazione”.

-Lancia un messaggio alla città di Grottaglie e alla tua nuova tifoseria… “Spero di divertimi e far divertire tutti coloro i quali ci staranno vicini nel corso dell’anno. Voglio portare in alto i colori di questa città”.