“Per fare fronte ai danni provocati dalla Xylella fastidiosa sarà dichiarato lo stato di emergenza, in modo da attivare un piano d’azione organico. Oggi in audizione il ministro dell’Agricotura ci ha confermato la road map con cui si interverrà per arrivare a eradicare questo batterio che sta devastando il settore olivicolo pugliese”.
Così in una nota i deputati pugliesi del MoVimento 5 Stelle e componenti della commissione Agricoltura alla Camera, Giuseppe L’Abbate e Gianpaolo Cassese, al termine dell’audizione del ministro Centinaio in commissione Agricoltura alla Camera per l’indagine conoscitiva avviata sulla Xyllella fastidiosa.
“Come ha spiegato il ministro il piano ha tre finalità: contrastare la gravità dell’epidemia in atto, limitare l’enorme rischio di espansione in altre regioni del Paese e attuare uno stretto ed efficace coordinamento delle istituzioni, forze, enti chiamati a gestire le azioni di contrasto sul territorio a tutti i livelli e con diverse funzioni. Ma non solo, l’obiettivo è anche quello di superare gli intoppi burocratici che riguardano in particolare modo la normativa sugli ulivi secolari. Un’accelerata resa possibile anche grazie all’intervento del ministro per il Sud Lezzi, che ha messo a disposizione 30 milioni più altri 70 milioni nel 2019. In pochi mesi questo governo ha dimostrato di voler affrontare il problema della Xylella concretamente, senza lasciare soli i pugliesi e tutte le aziende del settore agricolo” concludono Cassese e L’Abbate.