Nel sito industriale di Grottaglie gravitano le attività produttive di Leonardo S.p.A., di una serie di Imprese e di Centri di ricerca, per la maggior parte legati al mondo dell’aeronautica civile e militare, e di un indotto di notevole importanza. Questo insieme di attività dà lavoro a migliaia di addetti e costituisce uno degli insediamenti fondamentali dell’industria e della ricerca in Puglia.” Lo ricorda Mino Borraccino, assessore alle Attività Produttive della Regione Puglia, a margine del convegno pubblico sul tema: “Quali prospettive per il sito di Grottaglie”, che si è tenuto presso le Cave di Fantiano, a Grottaglie, organizzato dalla segreteria della Uilm Taranto.

“Impegno verso i lavoratori”

Come Regione Puglia – ricorda l’assessore Borraccino – il nostro impegno è andato sempre nella direzione dei lavoratori, per i quali recentemente abbiamo risolto il problema del trasporto pubblico da e verso lo stabilimento, dalle province di Taranto e Brindisi.

L’Assessorato allo Sviluppo Economico, da me ricoperto, ha svolto, attraverso la Società Puglia Sviluppo, un confronto continuo con le imprese interessate, teso a tutelare e possibilmente elevare i livelli occupazionali dell’azienda e fornire il massimo sostegno concreto.”

Obbiettivo: aumentare l’occupazione

“Diversi sono i progetti in corso, che vedono il corposo coinvolgimento della Regione Puglia – rimarca l’assessore regionale alle Attività Produttive. Si tratta, allo stato, di sei CDP (Contratti di Programma) e di un PIA (Programma Integrato di Agevolazioni).

Due CDP vedono Leonardo S.p.A. come Azienda proponente, in collegamento con altre Aziende aderenti, con un cofinanziamento regionale di circa 11 milioni di euro complessivi. Essi si svolgeranno a Grottaglie. Il primo si inquadra nell’ambito degli studi di Ricerca e Sviluppo di grosse strutture aeronautiche con tecniche e metodologie innovative. Oggetto dell’attività è lo studio di soluzioni strutturali tipiche di grandi velivoli per un velivolo della tipologia di medio e lungo raggio.Il secondo si inquadra nell’ambito degli studi di Ricerca e Sviluppo finalizzati alla creazione di parti strutturali di nuova generazione, che consentano un risparmio di costi e di tempi attraverso l’introduzione di tecniche predittive del cedimento strutturale.

C’è poi il progetto di investimenti in Ricerca e Sviluppo proposti da SIPAL presso l’Aeroporto di Grottaglie e finalizzati a allo sviluppo di applicazioni di alta tecnologia da installare a bordo di droni. I dati rilevati, opportunamente elaborati, potranno essere impiegati per esempio nella fase di preparazione di una gara di appalto, nella fase di esecuzione dei lavori, nella fase operativa dell’infrastruttura ed infine nella fase manutentiva. Il cofinanziamento regionale è di 4,4 milioni di euro.

Di grande rilievo è poi il progetto proposto da BV TECH S.p.A. e da MediaSoft S.r.l., finalizzato alla creazione di un Security Operation Center (SOC), operativo H24, dedicato all’erogazione di servizi avanzati connessi alla gestione ed al monitoraggio della sicurezza informatica delle PMI, al fine di fornire la migliore garanzia possibile per la protezione delle reti e delle informazioni, rispetto alle attuali tecnologie sviluppate all’estero. L’ammontare del cofinanziamento regionale è di 18 milioni/350mila euro per attività che saranno svolte a Grottaglie e a Taranto.

Da ricordare, inoltre il CDP CESARE (CEntro Sperimentale per Aeromobili a pilotaggio Remoto), cofinanziato dalla Regione con 2 milioni 230 mila euro. Sarà realizzato da I.D.S. Ingegneria dei Sistemi S.P.A a Grottaglie, all’interno dell’Aeroporto “Marcello Arlotta” e riguarda la fabbricazione di apparecchi elettrici ed elettronici per telecomunicazioni.

L’ultimo CDP, che mi sono limitato a citare, riguarda investimenti finalizzati alla realizzazione ed all’industrializzazione di un innovativo sistema di aggancio meccanico ed elettronico universale per payload da installare a bordo di droni. Esso sarà realizzato a Grottaglie da Euronet S.R.L. e prevede un cofinanziamento regionale di 462 mila euro.”

Tanti progetti innovativi

“Cito infine –aggiunge l’assessore Borraccino – il PIA “Processi di deposizione additiva per la realizzazione di parti ed assiemi per la produzione aeronautica di velivoli con e senza pilota”, presentato da Meth Engineering & Consulting S.r.l., cofinanziato dalla Regione con 812 mila e 433 euro, nella sede di Grottaglie.

Il progetto industriale prevede la realizzazione di una nuova unità produttiva. L’obiettivo è l’attuazione di un progetto finalizzato allo studio, alla progettazione e alla installazione di nuovi processi per la fabbricazione di attrezzi e parti per la produzione aeronautica di velivoli con e senza pilota.

Come si vede, su un totale di investimenti pari a circa 69 milioni e 859 mila euro, la Regione Puglia eroga un cofinanziamento di circa 37 milioni e 300 mila euro. Ciò rende evidente una concreta volontà politica che si è manifestata in modo coerente in questi anni, che ha consentito alla Puglia di crescere erogando aiuti al mondo delle imprese e in special modo a quelle innovative. “