In una giornata baciata dalla primavera, hanno avuto un notevole riscontro i campionati regionali individuali di corsa campestre tenutisi a Grottaglie domenica scorsa.

La manifestazione, organizzata con grande professionalità dalla locale società dell’ASD Grottaglie, ha attratto circa 600 atleti di ogni età che hanno raggiunto le caratteristiche Cave di Fantiano da ogni angolo della Puglia e persino dalle regioni limitrofe. Oltre duemila presenze complessivamente valutate nel corso di una mattinata vissuta a stretto contatto con la caratteristica vegetazione che tinge di verde l’antica cava di tufo ed i monoliti che si sono generati. Un circuito molto tecnico ha severamente impegnato gli atleti su continui saliscendi, tra sterrato, prato naturale ed addirittura prato sintetico per un brevissimo tratto. Non a caso, il responsabile tecnico del mezzofondo Fidal Puglia, Ottavio Andriani, aveva presentato la gara come la più impegnativa tra quelle del circuito “CrossinPuglia”.

Un successo, grazie alla grande collaborazione

“Una bella edizione – commenta il presidente dell’ASD Atletica Grottaglie, Antonio Catalano – nonostante varie problematiche che si sono dovute affrontare nella fase organizzativa. Abbiamo ricevuto i complimenti all’unisono perché era stato preparato tutto alla perfezione. Certamente la logistica ci aiuta tantissimo perché il posto vale già da sé la presenza. Ci tengo a ringraziare tutte le persone che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento. Evito di fare nomi perché sarebbe troppo prolisso e rischierei di dimenticare qualcuno. C’è stata grande collaborazione di gente di ogni età che ha voluto dare il proprio contributo rinunciando ad impegni personali dedicandosi a qualsiasi lavoro: dalla pulizia dei bagni all’allestimento del percorso. Ovviamente vanno ringraziate le autorità intervenute e gli sponsor, in particolare “Cafè Fadì” . Ora testa e braccia ai campionati italiani di marcia che si terranno tra un mese sperando di trovare ancora il supporto encomiabile di questa gente per un evento di caratura nazionale”.

I trofei e i premi

I campionati regionali individuali rappresentavano altresì la quarta tappa del “Trofeo CrossinPuglia 2020” e coincidevano con la seconda della 28.ma edizione del “Trofeo dello Jonio” ovvero nona del Trofeo “Cross in Terra Jonica”. Nella provincia di Taranto restano due titoli, anzi tre. Nella categoria Junior infatti si è imposta brillantemente Martina Marseglia, grottagliesi doc e di fatto impegnata negli allenamenti al “D’Amuri” sebbene sia tesserata per l’Alteratletica Locorotondo. La Don Milani porta a casa sia il titolo nella categoria Promesse che quello in categoria Allievi. Nel primo caso è Gabriele Cangiulli ad imporsi, nel secondo è un Marco Laera sempre più ambizioso.

Ecco a chi è stata assegnata la maglia di campione regionale 2020 di cross. Al maschile, in categoria Senior, si è imposto Alessandro Marangi della Cisternino Ecolservizi. In categoria Promesse si impone Gabriele Cangiulli, giunto alle spalle di Marangi e tesserato per la Don Milani Mottola. Anche in categoria Junior è la Amatori Cisternino Ecolservizi a porre un suo atleta sul primo gradino del podio: Andrea Palumbo. Marco Laera della Don Milani si impone in categoria Allievi mentre tra i Cadetti la spunta Giuseppe Mastandrea della Fiamma Giovinazzo. Pietro Sarcuni della Rocco Scotellaro Matera vince l’affollata gara Ragazzi (51 al via!). Per il cross corto vittoria per Zohair Hadar della Avis Barletta.

Al femminile invece la vittoria nel cross corto è andata a Soumiya Labani (Amatori Acquaviva). Maglia regionale assoluta per Mariangela Ceglia della Futurathletic Team Apulia che ha preceduto Miriana Parisi della Amatori Acquaviva, a cui è andata la maglia per la categoria Promesse. La grottagliese Martina Marseglia non nuova al successo “in casa” in passato, vince la gara Junior mentre la categoria Allieve laurea campionessa Rebecca Volpe della Enterprise Giovani Atleti. L’emergente Alessia Dolciamore della Nuova Atletica Bitonto vince in categoria Cadette mentre in categoria Ragazze la spunta Gioia Maria De Leo dell’Atletica Tricase.

La mattinata si è conclusa con le gare sulle distanze brevi per le categorie Esordienti che tuttavia, avevano esclusiva finalità ludica e non assegnavano la maglia. Tutti premiati e felici al traguardo dai dieci anni in giù.