Il convento di Grottaglie diventerà presto la sede di un museo, un centro congressi e  una struttura ricettiva. Il più grande edificio storico di Grottaglie ha gia subito i primi lavori di ristrutturazione, adeguamento e nuova collocazione. Nel video qui riportato potete visionare in anteprima le immagini della sistemazione di una parte della struttura, quella che un tempo ospitava la Cappella di Sant’Antonio.

convento-grottaglie

Qui potete trovare alcuni articoli pubblicati su Gir:

L’ex convento dei cappuccini di Grottaglie, il cosiddetto “ospizio“, giungerà quindi presto a nuova vita. Una struttura che sta a cuore a molti grottagliesi e sopratutto a noi di Gir che per anni abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione su questo importante edificio.

Tre anni fà Mariangela Martellotta e Gian Claudio Sannicola hanno realizzato un interessante documentario sul convento. Alcuni mesi prima Gir attraverso l’operazione “Salviamo il convento” lo iscrisse ai “Luoghi del cuore” del censimento 2010 del FAI. 

convento fullonese



Ma Gir si è occupata del convento molti anni prima, dal 2008, quando con un video esclusivo, oggi tra i più cliccati della GirWebTV, mostrò per la prima volta pubblicamente le immagini di questa antica struttura. 

L’operazione mediatica fu impressionante e numerosi furono i commenti e i contributi in ricordo di questa struttura che ricevemmo in redazione.  Come le fotografie storiche della cappella di Sant’Antonio che ci invio l’Associazione Lu Lauru (nella foto vi è un errore di ortografia “Lu Laur-o):

Così come la preziosa intervista al prof. Rosario Quaranta, da sempre importante collaboratore della redazione di Gir, che ci raccontò in esclusiva la storia di questa struttura

Ma veniamo ad oggi. 
Come già comunicato in passato, l’Amministrazione Comunale ha deciso di trasformare una parte dell’edificio storico più grande della città in museo della civiltà e centro congressi e struttura ricettiva. Nonostante alcuni intoppi durante i lavori, come il rinvenimento di un antica camera funeraria, nei mesi scorsi l’ufficio lavori pubblici ha pubblicato un bando e gara d’appalto per la fornitura di arredi proprio per l’antico Convento dei Cappuccini” destinato a Museo della civiltà rupestre”. L’importo dell’appalto è di oltre 140.000 iva esclusa. 

Curiosando nel bando disponibile pubblicamente sul sito del Comune abbiamo potuto visionare le planimetrie che mostrano in anteprima come sarà il nuovo convento.

Da queste immagini è facile comprendere quali saranno le nuove destinazioni delle stanze e dei locali che, in epoca diversa, hanno visto la presenza di anziani, donne, bambini. Anche la sala che ospitava la piccola cappella di Sant’Antonio avrà una funzione diversa. Parliamo dei locali siti al piano terra, nella parte sinistra rispetto all’ingresso principale.

Questo piano sarà occupato da due sale espositive, una reception museo, una grande sala espositiva e riunioni e altre stanze adibite a uso vario e servizi.
Al primo piano saranno disponibili ben tre sale espositive e alcuni uffici, tra cui l’ufficio di direzione e altri locali attualmente senza una chiara collocazione.



Il secondo piano dovrebbe essere quasi interamente dedicato alle sale espositive con tre grandi open space.



C’è grande euforia in redazione. Come abbiamo sottolineato ad ottobre dello scorso anno, quando pubblicammo i progetti della nuova sistemazione, questa notizia è davvero “una bella notizia”. Per tanti anni abbiamo cercato, come e ove possibile, di tenere sempre alta l’attenzione su questa importante struttura con i nostri canali e mezzi di comunicazione. L’abbiamo sottratta dall’anonimato in cui era caduta.

Ce l’abbiamo fatta!

Che dire… davvero un grande progetto di recupero e valorizzazione dell’edificio storico più grande di Grottaglie, per decenni abbandonato a se stesso, domani finalmente avrà nuova vita.