A poche settimane dall’approvazione in Consiglio Comunale del Regolamento che disciplina il funzionamento dell’Osservatore o Osservatrice del linguaggio, è stato pubblicato il bando per individuare la rosa dei candidati idonei per ricoprire questo inedito ruolo.

Il percorso che condurrà all’istituzione di questa figura è nato dall’adesione del Comune di Francavilla Fontana al manifesto della comunicazione non ostile e alla Campagna Cambio Stile con cui il Consiglio Comunale ha assunto l’impegno di utilizzare nel dibattito pubblico, reale e digitale, toni rispettosi e civili. Contestualmente è stata prevista l’istituzione di un organo di garanzia con il compito di fornire indicazioni alla cittadinanza sull’uso rispettoso, consapevole e non ostile degli strumenti di comunicazione.

Come candidarsi

Potranno candidarsi a ricoprire questo ruolo, che non prevede alcun tipo di indennità, le persone con specifiche competenze in ambito linguistico, comunicativo e umanistico, in possesso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione, Lettere, Lingue e una comprovata esperienza professionale nel settore. Il regolamento prevede che l’elezione dell’Osservatore o Osservatrice del linguaggio spetterà al Consiglio Comunale che esprimerà la propria preferenza su uno dei nomi candidati. L’Avviso Pubblico è consultabile sul sito internet istituzionale. Il termine ultimo per aderire è il 20 luglio.

Primo esperimento in Italia

“Si tratta del primo esperimento in Italia con cui cercare di monitorare le dinamiche di discussione su internet e fornire uno strumento concreto di tutela dell’utente debole, che troppo spesso diventa oggetto di inaccettabili forme di bullismo e discriminazione – dichiara l’Assessore ai Diritti Civili Sergio Tatarano – Francavilla ha scelto di porre grande attenzione al tema del linguaggio e lo fa a 360°, in questo caso dando ad una persona con competenze specifiche il difficile compito di monitorare e intervenire.”