«Siamo molto soddisfatti per la calorosa partecipazione alla Festa de l’Unità che si è svolta nei giorni scorsi nella piazza principale di Grottaglie. In ognuna delle tre serate abbiamo discusso di lavoro, della condizione di tanti giovani, di politiche europee, di questioni locali, regionali e nazionali riscontrando sempre grande interesse verso il Partito Democratico ed il suo tentativo di attuare riforme incisive e coraggiose nel Paese.» E’ quanto dichiara Paolo Annicchiarico, segretario cittadino del PD di Grottaglie esprimendo alcune considerazioni politiche sulla buona riuscita della Festa de l’Unita – svoltasi nella Città delle Ceramiche nello scorso  fine settimana – ma soprattutto pungolando la giunta Alabrese ad un maggior eimpegno nell’affrontare i problemi della città sbarrando il passo – in maniera netture troppo velata – alla autocandidatura dell’attuale primo cittadino nelle prossime elezioni amministrative.

«Questo – afferma Annicchiarico – resta il nostro obiettivo anche nella Città delle Ceramiche. Dialogando con le tantissime persone che hanno gremito i dibattiti e gli spettacoli della Festa, abbiamo avvertito ancora di più l’urgenza di mettere al servizio della nostra comunità una forte azione di Governo che sappia dare risposte a chi risiede nel Centro Storico, alla grande domanda di lavoro che proviene da intere famiglie, alla necessità di poter studiare in aule accoglienti e pulite per tanti ragazzi, al bisogno di avere spazi adeguati dove portare i nostri bambini a giocare, all’esigenza che il patrimonio comune sia sottoposto ad una manutenzione più sistematica ed incisiva e a tante altre questioni che gli stessi cittadini hanno sollevato.

Questioni – ribadisce Paolo Annicchiarico – che possono essere affrontate solo se si avrà la capacità di liberare risorse finanziarie attraverso la trasformazione della casa di riposo in RSSA, se si impianterà un sistema di illuminazione pubblica più efficiente e moderno e se si darà avvio a un metodo di raccolta di rifiuti che consenta di comprimere i costi di gestione.
A partire dall’approvazione del Bilancio di Previsione, entro fine mese, è su questi aspetti che dobbiamo concentrarci. In questa fase, vista l’urgenza delle questioni sul tappeto e il ritardo con cui si stanno affrontando alcuni problemi, accelerazioni su nuove autocandidature a qualsiasi incarico – e da parte di chiunque – sono assolutamente premature. Oggi – ricorda Paolo Annicchiarico – Grottaglie ha un Sindaco, un’Amministrazione Comunale e una maggioranza di Centro-sinistra in Consiglio Comunale che devono fornire soluzioni, col sostegno del Partito Democratico e delle altre forze che hanno a cuore lo sviluppo e il benessere della Città. Se vogliamo già cominciare a discutere del futuro, conclude il segretario cittadino del PD di Grottaglie – noi siamo disponibili ma tenendo ben presente che il confronto che bisogna avviare insieme ai potenziali partners di coalizione, auspicabilmente allargata a tutte le organizzazioni politiche, sociali e culturali che si riconoscono nei valori del Centrosinistra, è l’unica strada percorribile per definire il contenuto della proposta programmatica da offrire alla Città e per individuare le più efficaci e condivise modalità di scelta delle candidature