Primo centenario della nascita di Padre Francesco Stea, cittadino onorario di Grottaglie

P. Francesco Stea, cittadino onorario e benemerito della città di Grottaglie, nonché personaggio di rilievo della cultura del più vasto territorio pugliese, nasce a...

Li Vurtagghie: “A cci’ ttocca osce la recchia t’la furtuna? “

“...La mamma riteva, tre fili tineva, li tineva int' lu cori tutt' e tre. Recchia t'la furtuna timmi: do e scè? Sta furtuna però...

Cartiddati e sannachiudiri a Grottaglie: il sapore dei ricordi

Quei dolci riempiono tutti i Natale, dalla mia infanzia ad oggi. Senza di essi non è Natale, anche se il Natale lo fanno le...
fichi-essiccati-canne

“Ci no gghiove ti Sant’Anna no si ni mettunu fichi sobbra ‘lla canna”

Oggi 26 luglio è Sant' Anna, madre di Maria Vergine e protettrice delle madri e delle partorienti. Ci sono vari proverbi della cultura contadina...
pasquetta-picnic

“E’ rrivata Pascaredda, scia’ manciamu fore porta!”

Oggi è il Lunedì dell’ Angelo, giorno che ricorda l’ incontro tra l’Angelo e le tre donne, Maria di Magdala, Maria madre di Giacomo...

Le Cronache dell’Agnello, la tradizione di Grottaglie sulle tavole di Pasqua

Quest’anno dopo il faticoso pranzo della domenica Pasquale scarteremo delle uova di purissimo cioccolato artigianale o ci accontenteremo ancora una volta di quelle sottomarca...

I Templari a Grottaglie…

Sui templari, ordine che mi ha sempre incuriosito ed affascinato sin dai miei primi studi universitari, si sono scritti numerosissimi libri ed altri ancora...

Cime (di rapa) tempestose, il piatto pugliese conosciuto in tutto il mondo

«Ah sei pugliese, che meraviglia, allora mangi sempre le orecchiette con le cime di rapa! Una sera di queste ce le cucini» Gli occhi si...

Le edicole votive a Grottaglie, testimonianza di fede e devozione popolare

Colgo l’occasione di questa bella immagine (anche se pur bisognosa di restauro) della Madonna di Mutata ubicata sulla facciata del piano terra in via...

Donne baffute a Grottaglie: tra storia e leggenda

Lo ius primae noctis era un’antica usanza che nei secoli passati ancora serpeggiava nei piccoli borghi pugliesi. In ricordo di quello strano rito medievale, oggi...

+ LETTE